• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

[Congresso Nazionale 2018] il conto alla rovescia è iniziato!

misidori

Amministratore
IMG_6131.jpg

Petenia...

IMG_6132.jpg

Distribuzione Petenia splendida

IMG_6133.jpg

Petenia habitat Lake Miramar,Usumacinta(Chiapas)

IMG_6134.jpg

Petenia splendida...foto grande adulto Lago Miramar(Chiapas)...foto piccola(coppia forma rossa)red bay snook white Water Lagoon(Belize)

IMG_6135.jpg

Petenia splendida...femmina con i piccoli Lago Miramar,Usumacinta(Chiapas)

IMG_6136.jpg

scheda Petenia...

IMG_6137.jpg

Astatheros

IMG_6138.jpg

Distribuzione Astatheros macracanthus...

IMG_6139.jpg

Habitat Astatheros...Rio Ostuta(Oaxaca)

IMG_6140.jpg

Astatheros macracanthus...breeding colony,Rio Tehuantepec (Oaxaca)

IMG_6143.jpg

Habitat Astatheros....cenote Escondido(Quintana Roo)

IMG_6141.jpg

Scheda Astatheros....



...to be continued
 
Habitat Astatheros....cenote Escondido(Quintana Roo)

L'escondido è sicuramente il miglior cenote della penisola dello yucatan da visitare per i ciclidofili perché oltre al robertsoni qui indicato da Marco si possono vedere quasi tutti i ciclidi di questa zona del messico in uno spazio molto ristretto. Ci sono i meeki, synspilus arancio, R. gemmata e il P. multifasciatus (ex friedrichsthalii) che qui si finge morto assumendo un aspetto da pesce putrefatto per predare piccoli ciclidi e astyanax. Anche qui conviene andare all'alba altrimenti quando arriva qualche turista sporca l'acqua e c'è meno visibilità. Anche pericoloso perché le persone si tuffano dagli alberi nel cenote e per te che sei sotto non è una bella situazione. All'inizio del cenote c'è comunque una scaletta in legno per entrare in acqua. Qui all'alba ti aspettano gli astyanax per banchettare con la tua pelle ed i più grossi ti tirano dei bei morsi. Per quelli come me che non usano la muta è un bel fastidio. Altri pesci: gli immancabili pescigatto (rhamdia guatemalensis) e i soliti pecilidi (poecilia orri). In assenza di persone si possono vedere facilmente opossum quattrocchi, coati, sparvieri, crotali, pipistrelli p escatori (e non) e tanto altro. Il cenote è comodo da visitare perché si trova vicino alla carretera 307 che da tulum porta a chetumal, subito pochi km. a sud di tulum. Per entrare al cenote basta farsi aprire il cancello dal proprietario che si trova dall'altra parte della strada nel cenote cristal (naharon). Con 30 pesos (poco più di un euro) si entra all'escondido mentre aggiungendo 10 pesos si possono visitare entrambi. Consiglio di vedere e fare snorkeling anche nel naharon perché, anche se senza ciclidi, è un vero e proprio giardino acquatico. Interessante osservare questi due cenote perché sebbene si trovino a pochi metri di distanza, uno non ha ciclidi mentre l'altro tutta la gamma dei ciclidi di questa regione.

Ciao Enrico
 
Ultima modifica:

misidori

Amministratore
IMG_6144.jpg

Cribroheros robertsoni...(in questa foto si vede molto di quello che aveva descritto Enrico) adulti nel cenote Escondido(Quintana Roo) uno dei posti in cui mi piacerebbe tornare il mare,le lagune,la foresta,i cenotes,la storia,la natura...e molto altro nella foto si vedono anche Astianax mexicanus (Characidae)ed anche Rocio octofasciata.

IMG_6145.jpg

Cribroheros robertsoni...coppia con i piccoli(molto grandi... le cure parentali sono protratte per diverso tempo in questa specie) cenote Escondido (Quintana Roo).

IMG_6146.jpg

Scheda Cribroheros

IMG_6147.jpg

Rocio octofasciata in Messico...il nome di questo pesce è dedicato alla moglie dell'autore.... Rocio.

IMG_6148.jpg

Distribuzione Rocio octofasciata...

IMG_6149.jpg

Habitat Rocio ....Rio Candelaria swamp (Campeche)

IMG_6150.jpg

Habitat Rocio...cenote Escondido(Quintana Roo)

IMG_6151.jpg

Rocio octofasciata...coppia con uova e coppia con i piccoli...cenote Escondido(Quintana Roo)....quì avevo messo molte foto in natura fatte qualche anno fa sia in mare che nei cenotes per chi vuole continuare la visione del posto inclusi i Rocio octofasciata... http://www.ciclidi.net/36-bollettini-aic/3745-1-2012-messico-e-cicliclidi-di-marco-isidori/page3

IMG_6152.jpg

Rocio octofasciata ....coppia con i piccoli ormai grandi....vengono curati per molto tempo dai due genitori.

IMG_6153.jpg

Rocio gemmata?...cenote Jardin del Edén (Quintana Roo)

IMG_6154.jpg

Scheda Rocio

to be continued....ancora qualche altra foto poi ...the end
 
Un appunto riguardo al nome escondido, peraltro comunissimo in messico. I famosi e bellissimi herichthys presenti comunemente sul mercato come escondido chiaramente non provengono da questo cenote (in centro america non ci sono herichthys) ma da una località molto più a nord nello stato di tamaulipas.

Ciao Enrico
 

misidori

Amministratore
Qui al cenote escondido sono Astyanax altior, molto comuni in tutta la penisola dello yucatan.

Ciao Enrico

Giusto Enrico,spesso li confondo con gli A.mexicanus per molti conosciuti come il caracide cieco evoluto-adattato nel tempo nella vita in ambienti senza luce grotte,caverne, cenotes... poi ho scoperto anche che esistono anche altri adattamenti di questo pesce, quelli che vivono in ambienti superficiali,di profondità,di lago,fiume,lagune,ecc...che si differenziano tra loro e molto da quello cieco rosa privo di occhi e pattern.
 

misidori

Amministratore
Le ultime foto ....non ho fotografato tutto il congresso ma qualcuno magari avrà altre foto di relatori,conferenze,cena,ecc....

IMG_6009.jpg

La conferenza di Emiliano Spada...

IMG_6015.jpg

La conferenza di Mario Compagnoni...


Grazie Juan Miguel Artigas Azas...

Grazie a tutti, i relatori e i presenti al congresso AIC 2018 ....

Grazie a Roberto Barbuti e il suo staff del Museo per l'ospitalità,l'allestimento della mostra scambio e molto altro lavoro per la riuscita di questo ennesimo congresso nazionale presso la Certosa di Pisa....ho fatto molti video delle splendide vasche e dei pesci che sono ospitati nella sezione "Acquario" del museo di storia naturale....chi vuole vederli visto che le vasche sono molte e grandi ogni video per vasca lo trovate sul mio canale quì https://www.youtube.com/channel/UCJU8l_WtPMBjd4Tr-WEpwqg/videos?view_as=subscriber

Grazie anche a Te Enrico per le molte informazioni e commenti che hai lasciato in questa presentazione di foto sul Messico.
 
Giusto Enrico,spesso li confondo con gli A.mexicanus per molti conosciuti come il caracide cieco evoluto-adattato nel tempo nella vita in ambienti senza luce grotte,caverne, cenotes... poi ho scoperto anche che esistono anche altri adattamenti di questo pesce, quelli che vivono in ambienti superficiali,di profondità,di lago,fiume,lagune,ecc...che si differenziano tra loro e molto da quello cieco rosa privo di occhi e pattern.

I ciechi di grotta dovrebbero essere Astyanax jordani. Esistono quasi 150 specie di Astyanax dagli Stati Uniti all'Argentina, ad esclusione, come per i ciclidi, del Cile. Diciamo che sono quasi sempre compagni dei ciclidi anche se possono avere adattabilità maggiore (a grotte, acqua salmastra, altezze elevate, etc.). Quando i cicldi si fermano e continui a salire in montagna puoi trovare ancora facilmente gli astyanax, che sopportano meglio il freddo. Oppure in acqua salmastra di ciclidi c'è praticamente solo l'urophthalmus che si adatta. Anche in grotta i ciclidi hanno problemi e puoi incontrare solo qualche urophthalmus verso le uscite. Questi caracidi non si fanno problemi ad usarti come cibo. Appena entri in acqua arrivano a mozzicarti subito. Succede anche con diversi ciprinidi in asia ma gli astyanax ci danno dentro con molto più vigore e se ti sposti ti seguono sempre continuando a mangiucchiarti. Naturalmente ti prelevano solo piccole scaglie di pelle, spesso morta se sei abbronzato, ma i più grossi arrivano a far malino e senti proprio la forza del morso. L'adattabilità che hanno gli Astyanax è impressionante. In Uruguay, al confine con il Brasile, mi ricordo di un rigagnolo con meno di 10 cm. di acqua che aveva ancora dentro Astyanax laticeps mentre tutti i ciclidi e catfish erano spariti. Il numero di specie potrebbe ancora aumentare se indagano sui vari bacini di brasile, argentina e uruguay perché secondo me quelle presenti nel cono sud potrebbero essere tante specie diverse. Un po' come succede con i ciclidi (di circa una settimana fa la pubblicazione di Malabarba e soci su un nuovo Gymnogeophagus dell'uruguay del gruppo gymnogenys, che io classificavo come mekinos, vista la distribuzione e forma, ma che adesso si chiamerà G. peliochelydon (si distingue a vista dal mekinos per l'evidente bozzo tutto nero ma ha la banda sottolacrimale identica al mekinos e allo pseudolabiatus). Diciamo che nel cono sud si ha una speciazione impressionante, forse seconda solo al lago malawi e anche gli Astyanax potrebbero aumentare di specie, anche se comunque c'è la concorrenza spietata di altri caracidini (Hyphessobrycon, Charax, Cyanocharax, Cheirodon, etc.).
Tornando ai ciechi anche in Thailandia ( e pure in vietnam se legge Francesco) ci sono diverse specie da grotta. Magari avette la possibilità di incontrarle.

Ciao Enrico
 
Ultima modifica:

misidori

Amministratore
Sì gli Astyanax sono una famiglia molto numerosa nel nuovo continente Enrico,e forse alcuni come tante altre specie sconosciuti...ho provato la loro capacità di mordere anche se solo sulle mani quando mi fermavo anche per dieci minuti immobile sul fondo a fotografare dei ciclidi con la prole e a volte ho sentito la loro bocca proprio mentre stavo scattando la foto(forse anche imprecando sott'acqua o scattare all'improvviso impaurito perché sovrappensiero) ,non hanno paura di nulla,sul corpo forse avranno provato ma con la muta spessa non ho sentito nulla e forse avranno desistito...però ho visto molti gruppi in prossimità degli ingressi dei cenotes banchettare con la pelle di chi tuffava in acqua...ma alla fine per i bambini era quasi un gioco.

Li ho visti in branchi numerosi verso le uscite mentre sono solitari addentrandosi nelle grotte e caverne...

Tornando ai ciechi forse Astyanax jordani è una evoluzione piuttosto recente di Astyanax mexicanus, della quale era considerata una sottospecie fino a pochi anni fà,ma capisco che la tassonomia è molto contestata chi considera una variante di una singola specie mentre altri considerano che siano due specie separate....è nella lista rossa dell'IUCN,ed è stato trovato anche nel sud est asiatico sicuramente introdotto.

Poi leggendo mi sono incuriosito ed ho trovato moltissimi articoli(...se non li hai letti ti consiglio una bella lettura) che parlano di loro e sono molto tosti... Astyanax mexicanus evoluzione e sviluppo nelle caverne https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3594791/ è uno studio molto avvincente e ci sono molte che non immaginavo....così come questo studio sui morph di superficie e quelli di grotta e questa metamorfosi tra luce e buio che compie questa specie non solo un fatto di occhi...https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5710000/ questi sono solo due ma entrando vedrai sulla destra un elenco di molti altri articoli e studi su questi pesci la loro origine è molto antica https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5905186/....buone letture.
 
..però ho visto molti gruppi in prossimità degli ingressi dei cenotes banchettare con la pelle di chi tuffava in acqua...ma alla fine per i bambini era quasi un gioco.

Pizzicano tranquillamente le pinne dei vari ciclidi, principalmente Rocio, meno salvini o synspilus. Ci sono cenote nella giungla che hanno popolazioni di ciclidi con le pinne o la caudale quasi completamente mangiate. Nei cenote "turistici" questo fenomeno si nota di meno (forse i sub e i bagnanti disturbano gli attacchi degli astyanax). Uno dove il fenomeno è chiaramente visibile è il cenote ponderosa (jardin del eden). Di contro un ciclide predatore sfrutta questa loro caratteristica per predarli, fingendosi morto e con corpo e pinne putrefatte. Anche se comunque gli attacchi riescono meglio sui piccoli ciclidi che sugli astyanax che sono molto più reattivi.

Ciao Enrico
 
Come non detto. Da una recente classificazione quelli di questa zona sono stati chiamati Astyanax bacalarensis (da laguna bacalar). La loro diffusione coinvolge tutta l'area caraibica fino al sitte river in belize e una piccola zona del guatemala. Manco a dirlo Schmitter-Soto.
Foto a laguna bacalar mentre attaccano la prole dei salvini:

DSCF0839.JPG


Ciao Enrico
 

misidori

Amministratore
Come non detto. Da una recente classificazione quelli di questa zona sono stati chiamati Astyanax bacalarensis (da laguna bacalar). La loro diffusione coinvolge tutta l'area caraibica fino al sitte river in belize e una piccola zona del guatemala. Manco a dirlo Schmitter-Soto.
Foto a laguna bacalar mentre attaccano la prole dei salvini:

Vedi l'allegato 37734


Ciao Enrico

Grazie Enrico bella foto...ì nomi sono in continua evoluzione e ci saranno sempre dei cambiamenti in alcuni..conosco la zona di Quintana Roo e la laguna Bacalar.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 1/2021
•Ne ho visti di tutti i colori…(ovvero i Discus all’orientale”) di Francesco Zezza
•Un Malawi “fatto in casa“ di Luca Zucchero
•Lamprologus ocellatus di Denis Lampredi
•I tropici dietro casa di Lorenzo Tarocchi e Nicola Fortini
•Veloci, sempre più veloci. L’evoluzione dei ciclidi del lago Tanganica di Livio Leoni
Arretrati

Alto