• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Non ho la certezza

Gio2862

Utente
Nonostante le mie insistenze e raccomandazioni,la coppia di Pelvicachromis kribensis Moliwe era il punto fermo del mio acquario,i negozianti poi alla fine o di qui o di là fanno un pò come pare a loro.Stà di fatto che quando li ho visti mi son piaciuti per i loro colori delicati e ho deciso cmq di prenderli pur non fornendomi certezze su questa varietà.Per quel poco che so e ho visto a me cmq sembrano dei Moliwe ma siciuramente qualcuno di Voi sarà senz'altro in grado di confermarmelo o meno
Buon week end a Tutti!
 

Allegati

  • _2121201-2.jpg
    _2121201-2.jpg
    63,3 KB · Visite: 10

Sertor

Moderatore
Posso sbagliarmi, ma a me sembra un Pelvicachromis taeniatus "Nigeria red". Nel P. kribensis "Moliwe" la gola è più gialla.
 

Sertor

Moderatore
Avresti la possibilità di postare una foto anche dell'altro? Quello che hai già pubblicato è un maschio, la femmina, anche nel Nigeria, ha la gola gialla e la pancia sul violetto.
 

Gio2862

Utente
In realtà le femmine son due Sertor
Solo che quella di dx oltre ad avere l'addome molto colorato sta sempre molto nascosta.ha anche un comportamento molto strano, tant'è che inizialmente ero convinto che nel trasferimento le avessi lesionato una pinna.e invece sta benissimo ma sta nascosta sempre tra una Microsorum
 

Allegati

  • PSX_20210214_122507.jpg
    PSX_20210214_122507.jpg
    1,1 MB · Visite: 7
  • PSX_20210214_122009.jpg
    PSX_20210214_122009.jpg
    1,1 MB · Visite: 7
  • PSX_20210214_122723.jpg
    PSX_20210214_122723.jpg
    671,7 KB · Visite: 7

Sertor

Moderatore
Le prime due foto sono di un maschio, l'ultima è una femmina. La riconosci dalla gola gialla, pancia viola-rossa e pinne ventrali arrotondate (ovviamente da guardare quando sono tese).
 

Sertor

Moderatore
Ci mancherebbe, è un piacere. Mi spiace di non aver dato notizie particolarmente buone. La specie è comunque bellissima, l'ho allevata a più riprese, ma è un po' più esigente del kribensis. Acqua possibilmente tenera (KH intorno a 3-4) e pH leggermente acido. Una volta li ho riprodotti a pH 7,2 e sono venute fuori tutte femmine.
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
Scusate, vedo solo ora il post. Non è assolutamente un kribensis Moliwe, ma un teniatus nigeria red.
 

Gio2862

Utente
Innanzitutto ringrazio Livleo 🙏
Penso che non sarete gelosi😅ma su un altro sito di acquariologia,senza volergliene,perché anche lì son gentili e preparati,insistono che la femmina sia una Pulcher.Adesso..ok che sono un somaro,non avevo capito di avere 2 maschi e una femmina,il negoziante me li ha venduti per il contrario,e anche qua stendiamo un velo pietoso,ma oltre che ad essere della medesima taglia,sono identici!una ha il ventre rosso l'altro no.Detto questo Vi pongo un altra domanda
L'altro maschio è come minimo il doppio degli altri due.La femmina è perennemente nascosta in una pianta di Microsorum.Ho osservato in questi giorni e di capisce che i due "piccolini" si cercano.I due maschi si ignorano beatamente ed invece ho visto che il grande scaccia la femmina.quindi la domanda è questa: è il caso che tolga il maschio più grande per vedere una vita di coppia più armoniosa?
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
La femmina non riesco a vederla bene per dirti se è taeniatus Nigeria red. Se non succede nulla puoi lasciare l’altro maschio ancora un po’ per vedere che succede.
 

Sertor

Moderatore
Potrebbe proprio essere una femmina di pulcher. Non avevo notato che nella prima foto il ventre era proprio rosso, mentre nelle femmine taeniatus tende al porpora.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 1/2021
•Ne ho visti di tutti i colori…(ovvero i Discus all’orientale”) di Francesco Zezza
•Un Malawi “fatto in casa“ di Luca Zuccaro
•Lamprologus ocellatus di Denis Lampredi
•I tropici dietro casa di Lorenzo Tarocchi e Nicola Fortini
•Veloci, sempre più veloci. L’evoluzione dei ciclidi del lago Tanganica di Livio Leoni
Arretrati

Alto