• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

video congresso aic 2019

enzo marino

Presidente AIC
ciao a tutti
cattolica: ricordi di un congresso con visita all'acquario di cattolica. un buon congresso con relatori di elevata esperienza. ottima la sede congressuale e quella della cena sociale.

peccato per la scarsa affluenza dei soci. voglio essere un po' polemico! mi rivolgo soprattutto ai soci che non sentono propria l'associazione; sappiamo da sempre che, tranne rarissime eccezioni, il congresso si svolge nel fine settimana della terza settimana di settembre. abbiamo tutto il tempo per programmare l'evento più interessante per l'associazione! quest'anno c'era anche il rinnovo delle cariche! dov'è il senso di appartenenza??? non possiamo solo pensare che mancavano le vasche di scambio pesci. l'anno scorso a pisa, moltissimi pesci sono ritornati indietro ai loro proprietari. volete mettere il lato umano? incontrarsi, parlarsi, guardarsi negli occhi, contrapporsi. questo facebook non ce lo dà. l'aic si prodiga per mettere a disposizione relatori di alto livello, con costi non indifferenti.
ma...chissà quanti leggeranno questo.

scusate l'osservazione, ma a volte può essere costruttiva!! mi aspetto altrettanti commenti costruttivi.

enzo.

 
Ultima modifica:
Non so se il mio commento sarà costruttivo, Enzo. Ma temo che invertire le tendenze mondiali sarà difficile. I nostri congressi sono pieni di appassionati, ma quasi tutti attempati. Di giovani ce ne sono pochi. E non è detto che non siano interessati agli acquari o ai ciclidi. Semplicemente attingono le loro informazioni sulla rete. E' più o meno quello che sta avvenendo per l'informazione (in pochi ormai comprano il giornale) o la musica (che si sente prevalentemente sul web). Credo che un'ottima cosa possa essere mantenere in buona efficienza il nostro sito e il nostro forum. Ma più di tanto temo non si possa fare. Certo, è un peccato! Perché ascoltare dal vivo la passione e la competenza dei relatori che ci porta a casa nostra ogni anno l'Aic non ha prezzo. Ottima anche l'idea dello scorso anno della presentazione di alcune vasche dei soci. Ma questa è la situazione e purtroppo bisogna farsene una ragione. Approfitto per ringraziare tutti coloro i quali hanno contribuito ad organizzare il congresso. Noi continueremo ad esserci! (Speriamo...!!!) :1:
 
Ultima modifica:

cyatide

Moderatore
Grazie Enzo, ottimo lavoro!

Comunque sottoscrivo sia le tue (amare) considerazioni che, ahimé, quelle di Roberto.

Sarà anche una tendenza oramai non più modificabile, ma fra imparare le cose su internet e sentirle direttamente da chi le ha vissute e studiate per anni c'è una bella differenza!
Direi un po' come cenare da Mc Donald's o in un buon ristorante... si possono benissimo fare le entrambe le cose, ma non si può dire che siano la stessa cosa ;)
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
Grazie Enzo per il video. Noi siamo un'associazione e come tale continueremo a riunire gli appassionati. Certo possiamo fare meglio e terremo conto dei suggerimenti dei soci. Ci stiamo avvicinando al trentennale!
 

Hank

Socio AIC
Condivido tutto ciò che è stato detto e devo fare un mea culpa, purtroppo sono due anni che anch’io non riesco a venire al congresso.
Anche se mi sono tesserato solo nel 2013 mi sento un po’ all’antica, l’emozione dello scambio di informazioni tra appassionati ed esperti del settore, non è minimamente paragonabile alla ricerchina su Google.
Mi dispiace anche che il forum non sia più frequentato come prima, e che sia quasi stato soppiantato da Facebook, dove tutto è veloce e frenetico ma finisce nel dimenticatoio.
Last but not least: all’interno dei gruppi Facebook a mio parere regna l’ignoranza più totale, e più che uno scambio di informazioni mi sembrano molto spesso una vetrina personale per soggetti con scarsa autostima!


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
 

Sertor

Moderatore
Condivido in parte le osservazioni di Enzo. Personalmente penso però che non si possa generalizzare. Ad esempio, nel mio caso, ho un bel sapere che il congresso è nel terzo week end di settembre, facendo il mio mestiere per prendere un giorno di ferie devo trovarmi io i sostituti per 5 ore il sabato (con una settimana al massimo di preavviso, gli orari di settembre li sappiamo talvolta un giorno per l'altro) e arrivare la domenica in tempo per preparare l il lavoro del lunedì (7,30 operativo). Da casa mia sarebbero state 6 ore di auto all'andata e 6 al ritorno, per dover comunque ripartire da Cattolica alle 12 di domenica al massimo: con molto rammarico ho dovuto desistere. Lasciamo perdere i trasporti pubblici. Purtroppo i collegamenti del cuneese con il resto del mondo sono rimasti al tempo dei carri da buoi. Dal mio punto di vista non posso condividere quanto detto sulla mostra scambio, l'anno scorso sono venuto a Pisa con una quarantina di pesci e sono tornato con una trentina, ma tutti diversi, non ne ho riportato a casa neanche uno dei "vecchi". Anche per altri miei amici l'assenza della mostra scambio è stata un handicap. Io non mi permetto di fare i conti in tasca agli altri o di sindacare sulle loro priorità e impegni, penso solo che anche altri, come il sottoscritto, non siano riusciti a venire per ragioni "logistiche", specie dal Piemonte meridionale.
 

misidori

Amministratore
Ciao Enzo,grazie per questo bel video ricordo che dire come sempre sei bravissimo...condivido tutto quello che hai scritto anche se mi immaginavo una cosa del genere nel fatto di affluenza data dalla location che per me come per molti è stata fantastica ed abbiamo avuto tutto a portata di mano come sala conferenze,parcheggi,pernottamenti,ristorante in loco ecc...non che la bellissima visita guidata all'acquario...l'unica cosa preoccupante è stato il gran premio delle Moto GP che ci ha messo un pò in ansia nel finale della domenica altrimenti sarebbe stato tutto più tranquillo e senza fretta come la bellissima lotteria.

Che dire io non sono mai mancato ad un congresso nazionale dal suo inizio,seppur alcuni ho dovuto districarmi da situazioni non piacevoli ma trovarsi con i "vecchi"amici ogni anno da trent'anni a questa parte è una cosa fantastica..così come conoscere i nuovi...i nuovi,i "nuovi" ne ho visti pochi così parlando tra una pausa e l'altra anche con Sandra la moglie di Luca Amadesi ci siamo detti ma facciamo difficoltà ad individuare nuovi soci o appassionati che erano alla conferenza dei due giorni..io non mi ricordo facce nuove ...Poi che dire sono state due conferenze magnifiche sia come contenuti immagini,video con due relatori umili,fantastici ed alla mano come non mai.
Io non vengo come molti per la mostra scambio o solo per i pesci ...a me interessa appartenere a questo gruppo,rivedere gli amici vedersi parlare confrontarsi raccontarsi le varie cose che siano di pesci di viaggi o della vita reale...non ho nessun social e non mi interessa vivere lì perchè quello che ti dà i due giorni del congresso non può dartelo nessun social in anni..

Chissà anche se ci fossero state le vasche della mostra scambio secondo me non è detto che l'affluenza sarebbe aumentata ormai la gente se cerca un pesce sa dove andare e non si interessa dell'associazione o non gli interessa sentire delle conferenze ...e che conferenze Anton ed Erwin ripeto sono stati bravissimi ho avuto modo di parlare con loro durante i pranzi e ho sentito la loro passione per i ciclidi come non mai... io sono stato a Torino due volte facendo km in treno cambiando treni e viaggiando anche senza prendere pesci...come a Lecce come a Pisa fino all'anno scorso quindi per me il senso di appartenenza non è determinato dalla presenza o meno di ciclidi o se posso prenderli o portarli... anche per me l'unico rammarico(e forse anche quello del direttivo ed organizzatori) sarebbe quello di non aver visto magari gente del posto almeno e parlo Emilia Romagna(ovvio lo zoccolo duro come si diceva regge...o forse come ti dice Laura...già sai..)Lombardia,Toscana,ecc...
Detto questo piccolo pensiero mi sono dilungato molto ...stiamo in contatto con Livio con i relatori per cercare di pubblicare qualche pezzo della loro conferenza che ho girato già Anton ci ha dato il suo consenso ed Erwin anche lui quasi...
Appena avrò il consenso definitivo posterò i video.

Per il resto FORZA AIC sempre...
 

Sertor

Moderatore
Nemmeno io vengo ai congressi solo per i pesci, dico solo che l'assenza della mostra scambio ha, a mio parere, influenzato negativamente sull'affluenza e che non ha un'importanza da sottovalutare, sia per l'effettiva possibilità di "smaltire le eccedenze" o di procurarsi pesci, sia soprattutto per la valenza "sociale" di queste attivià. La mia mancata partecipazione quest'anno è stata frutto comunque dei problemi "logistici" più sopra indicati e che non sto a ripetere, non certamente dell'assenza della mostra scambio o della poca voglia di esserci. Ho scritto solo perché, come ho già detto, non mi va(leggi:mi fa girare potentemente le...) che si generalizzi.
 

jaloreef

Socio AIC
Penso anch'io che la mostra-scambio influisca notevolmente sull'affluenza, vedere i pesci dal vivo e poterli scambiare o comprare è una cosa molto importante e contribuisce anche notevolmente alla socializzazione.Poi i motivi personali che impediscono di essere presenti possono essere i piu svariati e purtroppo anche imprevedibili per cui una presenza progettata da lungo tempo puo essere annullata da un evento all'ultimo momento.
 

Benny

Socio AIC
Dico anche io la mia.
A prescindere dagli impegni che chiunque può avere credo che la scarsa affluenza sia stata causata da un paio di fattori.
Il primo dalla mancanza della mostra-scambio che anche se sottovalutata è importante, basta immaginare che a Torino, mentre parlava Konings, c'era gente che preferiva stare lì anziché alla conferenza.
L'altra componente che secondo me ha influenzato l'affluenza è esogena, nello stesso mese della conferenza si sono sovrapposte voci di altri eventi, sempre riconducibili alla ciclidofilia, che hanno distratto l’attenzione e portato gli appassionati a fare una scelta…. Conferenza o altro?
 

paolo poloni

Moderatore
non perdevo un congresso da più di 10 anni..... e mi siete mancati. grazie per il continuo impegno che comporta organizzare l evento. un grande abbraccio...
 

misidori

Amministratore
Inserisco nel post di Enzo anche i miei video della giornata ciclidofila del congresso...una parte dell'Acquario di Cattolica nessun montaggio... ma solo di alcuni momenti della visita guidata del nostro gruppo in sottofondo potete riconoscere alcune voci e commenti di molti di noi...

 

misidori

Amministratore
Proseguo con la bellissima conferenza di Anton Lamboj sui Pelvicachromis....sentite bene cosa dice...sono alcuni pezzi di un ora e mezza ovviamente non tutta...è stato veramente impressionante sentire la sua passione e competenza ... ed avrei voluto non finisse mai...veramente coinvolgente....buona visione.

 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 1/2021
•Ne ho visti di tutti i colori…(ovvero i Discus all’orientale”) di Francesco Zezza
•Un Malawi “fatto in casa“ di Luca Zucchero
•Lamprologus ocellatus di Denis Lampredi
•I tropici dietro casa di Lorenzo Tarocchi e Nicola Fortini
•Veloci, sempre più veloci. L’evoluzione dei ciclidi del lago Tanganica di Livio Leoni
Arretrati

Alto