• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Allestimento Tanganika

Salve a tutti vorrei allestire un acquario con ciclidi del Tanganika e vorrei dei consigli da voi su ambientazione e pesci, le misure dell'acquario sono 110x45x55 grazie a tutti.
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
Ciao. In quelle dimensioni puoi iniziare con un gruppo di Neolamprologus del gruppo brichardi, oppure delle Xenotilapia papilio con Paracyprichromis, dei Neolamprologus cylindricus oppure buscheri oppure leleupi con una coppia di Altolamprologus più un gruppo di Cyprichromis leptosoma, oppure dei Julidochromis transcriptus con un gruppo di Lamprologus multifasciatus o similis. Insomma le opportunità sono tante.
 
Grazie per le risposte sono tutti belli non saprei che scegliere vorrei dei pesci con colori vivaci e che vadano abbastanza d'accordo anche se non è facile vengo dal Malawi e ne so qualcosa...mi piacciono molto i Neolamprologus brichardi, Xenotilapia papilio, Neolamprologus cylindricus, Julidochromis transcriptus proposti ottimamente da Livleo come si potrebbero abbinare questi naturalmente scegliendo max due coppie penso, per i conchigliofili so tutti colori spenti perciò sceglierei quello più particolare, aspetti vostre indicazioni grazie.
 

Sertor

Moderatore
Sei approdato al Lato Grigio della Forza. Come dice Livio, i Neolamprologus del gruppo brichardi tendono a formare colonie, quindi sarebbero da abbinare, al massimo, con un conchigliofili non coloniale, tipo Lamprologus ocellatus o brevis. Ho una vasca di dimensioni simili alla tua (120x40x55) e da qualche anno ho una colonia di multifasciatus, una coppia di Julidochromis transcriptus (più vari giovani che non sempre riesco a catturare) e un gruppetto di Cyprichromis leptosoma Utinta.
 
Penso a questo punto di optare per il Neolamprologus brichardi abbinato a un conchigliofilo non coloniale come da te suggerito Sertor, ora volevo sapere quanti ne devo inserire di pesci e come dovro' fare l'ambiente tra rocce e conchiglie...queste dove le posso trovare a proposito? La mia vasca è aperta non so se va bene valori dell'acqua molto dura con Ph sui 7,5 grazie.

 

Sertor

Moderatore
L'acqua dura non dà problemi, il pavimento duro qualcuno in più ;)
Ormai ho coperto anche il mio marino mediterraneo con una lastra di plexiglass, diversamente, prima o poi, qualche pesce tentava di evadere.
Per l'arredamento personalmente monterei uno sfondo interno, un 3D sottile tipo gli slim della Juwel o un foglio di polionda o uno di multiexel, almeno sul vetro posteriore e su uno dei laterali, contro il quale andrei a costruire una rocciata usando sassi non troppo piccoli, occupando uno degli angoli dell'acquario, spingendomi fino a una spanna scarsa dal vetro frontale e a alla metà scarsa del posteriore, giungendo fin quasi alla superficie in corrispondenza dell'angolo posteriore. Sulla sabbia poserei 5 o 6 conchiglie a una certa distanza dalle rocce. Io uso conchiglie di Helix pomatia (la lumaca che solitamente si alleva per uso gastronomico) che raccatto girando in campagna.
 
Vorrà dire metterò anche io una lastra di plexiglass per evitare tuffi indesiderati :104:
Per l'arredamento seguirò i tuoi preziosi consigli veramente molto utili per esempio non avevo mai pensato allo sfondo in 3d io mettevo sempre quello normale esterno in plastica (y) Come numero di pesci quanti pensi ne possa mettere per le due specie? Come fondo va bene qualsiasi?
 

Sertor

Moderatore
Con i brichardi partirei da un gruppetto di 5 o 6 giovani, oppure da una coppia, se li trovi sessati. Idem per i conchigliofili. Come fondo sabbia non troppo fine, io ultimamente uso quella di quarzo per i filtri delle piscine: costa sicuramente più di quella edile, ma è molto meno difficile da pulire e ha una granulometria ideale. Una volta in acquario, nel giro di poco tempo, scurisce un pochino, quindi non è bianchissima.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 3/2021
• Nanochromis transvestitus (Roberts & Stewart, 1984) Un nano colorato e affascinante del Congo di Michel Keijman
• Tropheus: guida pratica all’allevamento e alla riproduzione di Mauro Parimbelli

Arretrati

Raduno AIC 2021

Alto