• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Chromobotia Macracanthus

Mattege

Utente
Dopo 4 mesi in vasca posso confermare la lenta crescita dei Chromobotia, eppure sono ben alimentati, immagino abbiano un buon apporto di ossigeno e zero stress, la vasca è studiata per le loro esigenze.
Il Datnioides che comunque è un pesce dalla crescita lenta, se paragonato ad alcuni Ciclidi di egual taglia, ha già raggiunto gli esemplari più piccoli di Botia, che due mesi or sono erano più lunghi di lui.


Inviato utilizzando Tapatalk
https://www.youtube.com/channel/UCH4_8-ZVMSxvjDrJHWr9Opg
 

Mattege

Utente
Ciao a tutti, in passato ho avuto specie di Ciclidi notoriamente scavatrici, ma avere l'acqua torbida con i Botia non me lo sarei mai aspettato.
La differenza è che solitamente un Ciclide scava per la deposizione o per crearsi un passaggio tra le rocce, si alza una nuvoletta e poi tutto torna limpido, i miei Botia scavano tutto il giorno, specialmente quello più grosso, in cerca di Melanoides, ed ho l'acqua torbida h24.
È come passare per tutto il giorno un dito nella sabbia, hai voglia ad aspettare che si depositi.
Non che sia un esteta e pretenda il pratino stile aquascape, a me interessano i pesci, però non vedere in 150cm il lato sinistro dal lato destro è un peccato.

a75d6d0217adc234a243dd892492acf3.jpg



Inviato utilizzando Tapatalk
https://www.youtube.com/channel/UCH4_8-ZVMSxvjDrJHWr9Opg
 
Ultima modifica:

Boppe1991

Utente
Mi sono visto un po' tutti i video che hai postato[emoji16],
davvero una bella vasca [emoji1319]


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Hank

Socio AIC
Bella vasca, bei pesci e bel video. Bravo!
Leggevo su acquariofilia consapevole che la riproduzione in acquario di questi pesci è un evento più unico che raro, direi che rappresentano una bella sfida.

Inviato dal mio Redmi 4 utilizzando Tapatalk
 

Mattege

Utente
Ciao, ho letto anch'io che ci sono stati casi di ripro in cattività ma non esiste una documentazione attendibile.
È una specie che si riproduce effettuando migrazioni durante il periodo delle piogge, bisognerebbe pertanto ricreare le condizioni, tipo forte corrente e conseguente abbassamento dei valori, ho letto che si riproducono in acque acide.
A questo dobbiamo aggiungere che si tratta di una specie molto longeva e la maturità sessuale viene raggiunta dopo diversi anni.
Vedremo in futuro l'evoluzione all'interno del gruppo, nel mentre me li godo, sono molto interessanti le loro interazioni.
Grazie per l'apprezzamento.




https://www.youtube.com/channel/UCH4_8-ZVMSxvjDrJHWr9Opg
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 3/2021
• Nanochromis transvestitus (Roberts & Stewart, 1984) Un nano colorato e affascinante del Congo di Michel Keijman
• Tropheus: guida pratica all’allevamento e alla riproduzione di Mauro Parimbelli

Arretrati

Raduno AIC 2021

Alto