• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Crenicichla compressiceps primi risultati

sinnet-68

Utente
Ciao a tutti,
torno a scrivere su questo bellissimo forum, perchè dopo un paio d'anni di (quasi inaspettate) riproduzioni di bellissimi scalari Koi, ho deciso di ritentare con una specie approcciata senza successo una decina d'anni fa: Crenicichla compressiceps. Un tipetto piuttosto di carattere, ma estremamente interessante.
La prima esperienza fallì perchè non riuscii a procurarmi delle coppie, in quanto i pesci arrivati dall'estero erano tutti maschi e quindi, dopo alcuni tentativi di reperire delle femmine con un minimo di sicurezza, decisi di desistere.
Anche questa volta i 4 nuovi arrivati dall'Olanda a febbraio erano tutti maschi e dopo 6 mesi a chiromonus, dafnie e artemia surgelate me ne erano rimasti due, belli pasciutti da ammogliare. Senza grandi speranze visto che il periodo caldo da noi non sembra essere idoneo all'arrivo in Europa di questa specie, mi sono messo a cercare presso gli importatori esteri delle femmine sicure, senza successo. Fortunatamente a settembre, ho scoperto poi un rivenditore in Brianza che aveva 4 Crenicichle già adulte. Dopo una telefonata per sapere della presenza di qualche femmina e un viaggetto non troppo lungo, ecco trovate 2 femmine!
Purtroppo una si è rivelata cieca da un occhio e quindi impossibile da accoppiare, ma con l'altra ho cominciato la manovra di avvicinamento al maschio già sperimentata con i Salvini, altri tipetti aggressivi.
Dopo un po' di tira e molla, finalmente la coppia si è formata e ora ecco i risultati in alcuni video:


Dopo alcuni giorni la coppia ha cominciato a guardarsi intorno per trovare il posto giusto per deporre, scegliendo una mezza noce di cocco sotto una pietra, e a diventare più aggressiva con i caracidi loro coinquilini.


Non molto dopo hanno deposto nella noce di cocco, dopo aver asportato moltissima sabbia (soprattutto lei). Non ho potuto riprenderli, ma quel poco che ho visto è stato uno spettacolo, col massimo dei colori e una intesa perfetta tra la coppia, solo forse un po' disturbati dagli Hyphessobrycon, che avevo diminuito, ma non eliminato del tutto, per paura che senza pesci bersaglio iniziassero a litigare tra loro.


Per i primi due o tre giorni la femmina non ha voluto che il maschio si avvicinasse al nido, ma poi ha quasi "preteso" che la sostituisse nella guardia quando lei si allontanava per iniziare a scavare nuove tane ovunque, che mi sembra non abbiano mai utilizzato.


Dopo circa dieci giorni dalla deposizione, allontanati tutti i coinquilini, ecco la montagna partorire un topolino!
Pensavo a nuvole di piccoli, viste le intense cure dei genitori e invece vedo fuoriuscire dalla noce di cocco 7 avanotti piuttosto grossi, che ora sembrano ridotti a 6 e che cerco di far crescere a suon di naupli di artemia.


Non so da cosa possa dipendere il numero esiguo di pesciolini, forse il maschio è stato troppo disturbato dai caracidi e non ha fecondato tutte le uova o i valori dell'acqua non erano ottimali, soprattutto per quanto riguarda nitriti o nitrati, vista la somministrazione abbastanza abbondante di cibo surgelato, soprattutto prima di isolare completamente la coppia. Comunque i valori erano pH 6.2, GH 4, KH 1, NO2 0, NO3 10 mg/ml, foglie di quercia e acidi umici nell'acqua. Purtroppo ho un'illuminazione piuttosto scarsa, quindi le piante non sono a crescita rapida anzi Anubias e Microsorium, che già di solito stentano, tendono a morire e devo sostituirle periodicamente.
Intanto vediamo se riesco a far crescere questi 6 piccolini, che per ora mangiano solo naupli (fino a quando andare avanti e come convertirli al surgelato?) e in futuro ottenere covate più numerose!
 

misidori

Amministratore
Che spettacolo la tua coppia, mi sembra strano il numero esiguo di piccoli ma può dipendere da diversi fattori che hai sopra citato. Anche loro nelle prime riproduzioni sono inesperti e potrebbero aver perso parte dei piccoli.
Come alimentazione oltre ai naupli di artemia salina potresti dare una polvere di cibo proteico da somministrare con una siringa e tubicino trasparente nei pressi dei piccoli appena iniziano a nuotare.Io ho provato anche le pasticche adesivi da spezzare e inviare tramite tubo rigido nei pressi dei piccoli o della "tana" dove sono nati.
Vedrai che nelle prossime riproduzioni la coppia riuscirà a portare avanti molti piccoli.
 

cyatide

Moderatore
Complimenti, bel risultato con pesce sicuramente non facile e poco diffuso nelle nostre vasche!

Grazie per la condivisione!
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
Ah le compressiceps. Sono pesci che ho avuto tempo fa. Specie eccezionale! Complimenti
 

sinnet-68

Utente
Disastro completo!n015
La femmina ha pensato bene di deporre di nuovo. Naturalmente mi ero accorto delle sue intenzioni ma speravo che ignorasse i piccoli ed eventualmente li lasciasse alle cure di un papà rivelatosi molto attento.
Invece ha pensato bene di deporre proprio nella noce cocco dove portava i piccoli per la notte e quindi appena un piccolo si avvicinava lo attaccava e divorava!!! Il tutto sotto lo sguardo poco partecipe del maschio che non so nemmeno se ha partecipato alla deposizione perchè fino a poche ore prima sembrava molto concentrato sui piccoli e non badava alla femmina che scavava per tutto l'acquario.
Con tutti i naupli che ho fatto schiudere per loro:n049:erano già oltre il mezzo cm....

Ormani speriamo che le uova si schiudono e non vada tutto a gambe all'aria, e nascano un pò più di piccoli cosi che la femmina impegnata maggiormente nelle cure parentali non maturi altre uova, non so magari appena i piccoli iniziano a nuotare abbasso di un paio di gradi la T dell'acqua....voi cosa suggerrite?
Non voglio togliere i piccoli alla coppia, li allevo per vedere le cure parentali, altrimenti comprerei pesci rossi!
 
Disastro completo!n015
La femmina ha pensato bene di deporre di nuovo. Naturalmente mi ero accorto delle sue intenzioni ma speravo che ignorasse i piccoli ed eventualmente li lasciasse alle cure di un papà rivelatosi molto attento.
Invece ha pensato bene di deporre proprio nella noce cocco dove portava i piccoli per la notte e quindi appena un piccolo si avvicinava lo attaccava e divorava!!! Il tutto sotto lo sguardo poco partecipe del maschio che non so nemmeno se ha partecipato alla deposizione perchè fino a poche ore prima sembrava molto concentrato sui piccoli e non badava alla femmina che scavava per tutto l'acquario.
Con tutti i naupli che ho fatto schiudere per loro:n049:erano già oltre il mezzo cm....

Ormani speriamo che le uova si schiudono e non vada tutto a gambe all'aria, e nascano un pò più di piccoli cosi che la femmina impegnata maggiormente nelle cure parentali non maturi altre uova, non so magari appena i piccoli iniziano a nuotare abbasso di un paio di gradi la T dell'acqua....voi cosa suggerrite?
Non voglio togliere i piccoli alla coppia, li allevo per vedere le cure parentali, altrimenti comprerei pesci rossi!
Ciao,
a che temperatura le tieni? Se l'abbassi rischi che la femmina perda la livrea e il maschio inizi a tartassarla o la uccida subito. La femmina è stata costretta ad agire così altrimenti i piccoli si sarebbero mangiati le uova. I piccoli delle creni nane o delle medie tipo quelle del gruppo saxatilis o missioneira sono grandi mangiatrici di uova. Per non parlare dei piccoli delle grandi tipo gruppo lugubris......

Ciao Enrico
 

sinnet-68

Utente
Ciao,
a che temperatura le tieni? Se l'abbassi rischi che la femmina perda la livrea e il maschio inizi a tartassarla o la uccida subito. La femmina è stata costretta ad agire così altrimenti i piccoli si sarebbero mangiati le uova. I piccoli delle creni nane o delle medie tipo quelle del gruppo saxatilis o missioneira sono grandi mangiatrici di uova. Per non parlare dei piccoli delle grandi tipo gruppo lugubris......,

Ciao Enrico
La temperatura è 28-29 °C. Capisco la femmina. Quando ho visto il primo giorno il piccolo numero di pesciolini uscire dalla noce di cocco, ho subito temuto che finisse così. Ma visto che soprattutto il papà era molto attento ai piccoli e di solito sono i maschi a stressare le femmine per deporre di nuovo, mentre questo da quel punto di vista sembrava proprio ignorarla mi sono un po' tranquillizzato. Come ho già scritto non so neanche se ha fecondato le uova, non ho visto la deposizione ma fino a poco prima girava per l'acquario con i piccoli, spero di sì. Per ora si sta ripetendo lo stesso comportamento della prima deposizione, lei lo tiene un po' a distanza e lui sembra totalmente sottomesso hai suoi voleri (come tutti i bravi mariti), ma se le uova non fossero fecondate e dopo pochi giorni lei le mangiasse e perdesse la livrea da riproduzione non so cosa le potrebbe succedere, sarebbe lo scenario peggiore, anche se devo dire che lui non è un maschio particolarmente violento...per mesi ha convissuto con un altro maschio sottomesso nello stesso acquario certo con più piante e nascondigli, senza lasciargli grandi spazi ma anche senza avergli mai danneggiato una pinna. Speriamo.😞
 
Ultima modifica:

misidori

Amministratore
Mi dispiace per quanto è successo, comunque se le uova non sono fecondate lo vedi nel giro di 24-48 ore..secondo te la seconda deposizione ha un numero maggiore di uova ? So che non sei riuscito a vederle nella prima,ma potrebbe essere normale nelle prime riproduzioni.
 

sinnet-68

Utente
Mi dispiace per quanto è successo, comunque se le uova non sono fecondate lo vedi nel giro di 24-48 ore..secondo te la seconda deposizione ha un numero maggiore di uova ? So che non sei riuscito a vederle nella prima,ma potrebbe essere normale nelle prime riproduzioni.
Secondo me le uova questa volta erano di meno, la prima volta era molto più piena...Ma secondo me non ci sono più neanche queste, secondo me non sono state fecondate. La femmina non sta più nella tana e gira tranquillamente, ieri inseguiva il maschio con accanimento e lui nonostante sia più del doppio cercava disperatamente di nascondersi (secondo me non ha capito bene quel che sta succedendo o_O). Fortunatamente oggi nonostante una livrea sempre molto contrastata e quindi aggressiva della femmina e un suo comportamento sempre molto deciso, vanno più d'accordo e si sono rimessi a scavare dappertutto.
A questo punto spero in una terza deposizione più consapevole e coordinata tra i due!
 
Secondo me le uova questa volta erano di meno, la prima volta era molto più piena...Ma secondo me non ci sono più neanche queste, secondo me non sono state fecondate. La femmina non sta più nella tana e gira tranquillamente, ieri inseguiva il maschio con accanimento e lui nonostante sia più del doppio cercava disperatamente di nascondersi (secondo me non ha capito bene quel che sta succedendo o_O). Fortunatamente oggi nonostante una livrea sempre molto contrastata e quindi aggressiva della femmina e un suo comportamento sempre molto deciso, vanno più d'accordo e si sono rimessi a scavare dappertutto.
A questo punto spero in una terza deposizione più consapevole e coordinata tra i due!
Ciao,
se la femmina era così aggressiva qualcosa da difendere aveva sicuramente. Poi probabilmente ha perso piccoli o uova. Meglio così che il maschio non sia aggressivo, altrimenti, e parlo comunque delle creni in genere, la femmina dura poco in acquari non giganti. Speriamo in questa.

Ciao Enrico
 

sinnet-68

Utente
Ciao,
se la femmina era così aggressiva qualcosa da difendere aveva sicuramente. Poi probabilmente ha perso piccoli o uova. Meglio così che il maschio non sia aggressivo, altrimenti, e parlo comunque delle creni in genere, la femmina dura poco in acquari non giganti. Speriamo in questa.

Ciao Enrico
Ciao,

speriamo...negli ultimi giorni il maschio quasi non esce dal nascondiglio neanche per mangiare, altrimenti la femmina lo spinge via con decisione. Sembra sempre che sia impaurito. Di piccoli neanche l'ombra, ma anche la volta precedente avevavo cominciato a nuotare dopo 10 giorni (sono passati 8 giorni dalla deposizione). L'unica cosa che mi fa sperare è l'aggressività della femmina che dovrebbe indicare qualche cosa. Aspetto ancora qualche giorno ed eventualmente resetto tutto separandoli per qualche giorno con un pannello di plexiglass...:unsure:
 

sinnet-68

Utente
Ci sono novità dalla tua coppia di Crenicichla compressiceps?
Ciao Marco,
Buon anno.
Ci sono novità ma non buone. Ho separato la coppia sostituendo il maschio con l'altro che avevo.
Il primo maschio non mangiava più e aveva un comportamento apatico: usciva raramente dai nascondogli, con la femmina giusto un alzata di pinna dorsale per comunicare e non farsi aggredire ma nessun corteggiamento, sguardo (se così si può dire) assente. Ho pensato ad una malattia tipo bloat anche per il ventre un po' gonfio e che non ci fossero speranze e l'ho messo con la femmina ceca da un occhio aspettando l'inevitabile: lei è troppo piccola rispetto a lui per aggredirlo pesantemente e lui troppo mal messo per tormentarla. Dopo più di un mese hanno imparato a convivere, lui è ancora vivo anche se sembra sempre non mangiare...se qualcuno ha suggerimenti sarebbero graditissimi.
Tornando ai pesci sani, la seconda deposizione non ha portato a niente come temevo.
La nuova coppia non si sopporta, devo continuamente dividerli con una lastra di plexiglass perchè ora lei (all'inizio) ora lui (che è più grosso) prendono il soppravvento sull'altro quando provo a metterli insieme e sono botte da orbi. Proprio in questi giorni ho alzato la temperature a 29°C, la femmina ha una livrea più aggressiva e resiste meglio all'aggressività del maschio ma della sintonia mostrata con il primo maschio nei video che ho fatto, neanche l'ombra. Ho anche rimesso i caracidi che avevo tolto dopo la prima deposizione sperando che avendo un nemico in comune aumenti l'armonia, ma non sono molto fiducioso....
Unica nota positiva, se così si può dire, è che mi sono accorto che un piccolo nato all'inizio è sopravvissuto agli attacchi della madre finendo nel filtro interno. Non so di cosa si sia alimentato prima che me ne accorgessi, adesso cerco di dargli ancora naupli e cibo surgelato, è lungo poco più di un centimetro e sto studiando come recuperarlo...credo che dovrò svuotare il filtro ribaltandolo visto che è asportabile, sperando di non lesionare o uccidere il piccolo...almeno riuscissi a salvare almeno lui:unsure:
 

misidori

Amministratore
Non so quanto è grande il tuo filtro o luogo in cui si è rifugiato ma potresti aspirarlo con un tubo grande quando fai cambi d'acqua,nel filtro trova sempre del cibo.
 

misidori

Amministratore
Per il maschi con il ventre gonfio potresti fare un trattamento in vasca con metronidazolo Falgyl.

Per la nuova coppia dovrai avere pazienza credo,i Caracidi potrebbero facilitare l'unione della coppia ma solo se il maschio sarà pronto e la femmina lo accoglierà.
 

sinnet-68

Utente
Piccolo aggiornamento! Dopo più di sei mesi finalmente si è formata la coppia! Avevo perso le speranze, avevo riempito la vasca di legni e piante per fornire nascondigli e poche occasioni di contatto visivo ma non era servito a niente: il maschio molto più grosso inseguiva la femmina con accanimento. Li avrò uniti e separati decine di volte con un pannello di plexiglass, ma niente da fare. L'ultima volta però dopo qualche giorno di separazione ho visto che la femmina con una bella colorazione intensa scavava insistentemente presso il pannello, quasi volesse trovare il modo per andare da maschio e soprattutto il maschio non si precipitava come una furia contro il pannello, come di solito, ma si limitava a effettuare delle parate. Ho così deciso di ritentare la riunione e per ora sembra funzionare! Girano insieme per l'acquario e la femmina ha iniziato a scavare insistentemente sotto un legno anche se mi sembra non ci sia la stessa armonia della prima coppia e ogni tanto ci sono dei battibecchi. Credo che la deposizione sia imminente, speriamo siano abbastanza affiatati da portarla a termine.
Pensando alle cause di questo "successo" oltre a qualche grado in più dell'acqua, giocoforza vista la stagione, è possibile che ci sia anche, soprattutto per la femmina, l'essersi cibata delle uova dei caracidi che avevo rimesso in vasca e che dopo l'ultimo cambio sostenuto di acqua tenera si erano dati da fare alla grande seguiti con interesse dalle Crenicichla? La femmina può essere stata stimolata da queste uova? Se come credo, sì, la si potrebbe eventualmente stimolare alimentandola con altri tipi di uova in commercio?
 

Sertor

Moderatore
Ottimo! Penso che un "mangime" sostanzioso e molto appetito come le uova possa aver aiutato. Non conosco mangimi a base di uova di pesce, però.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Congresso AIC 2022


Anteprima bollettini


Numero 2/2022
• Enigmatochromis lucanusi. Una bella sorpresa dalla Guinea. di Anton Lamboj
• Gli mbuna del gruppo Pseudotropheus elongatus del Lago Malawi di Ad Konings
• La Germania ciclidofila più profonda: Klaus, una radler e tanto Tanganica di Enea Parimbelli

Arretrati

Alto