• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Good Morning Vietnam ...

fastfranz

Socio AIC
Ciao Marco,

Più di una fonte mi ha suggerito un intervento con acriflavina (che qui, almeno per i canali cui posso accedere, è introvabile). Un lungo, prezioso, confronto con Mauro Natali ha generato il (suo) suggerimento di ricorrere ad un antibiotico sciolto in vasca. Fatto, immantinente ...

Da notare che il pusher locale propende per un evento "traumatico" (é/dovrebbe essere pur sempre un selvatico) o "stress da viaggio" e perora l'uso di un disinfettante locale (che a giudicare dal colore è a base di blu di metilene) in uso topico. Leggi applicare sulla "ferita" con un cotton-fioc.

Poichè temo, durante la cattura, di aumentare lo stress (di concerto col pusher) ho optato - a suo tempo usato con l'Arowana - per un prodotto simile ma da versare in vasca. Staremo a vedere ... dita incrociate! Mi solleva il fatto che lui si mantiene ottimista (o, almeno, lo è molto più di me!)

Quanto alla vasca di quarantena aggiungo che è alloggiata da sola ragione per cui ho ampie possibilità di manovra.

Ultimo appunto: si mantiene attiva e con un buon "riflesso di fuga" (in merito, ad esempio, all'uso topico del blu di metilene): appena ti avvicini ... ... ... FILA VIA!!!

Asiatici - e medicamentosi - saluti.
Francesco
 

misidori

Amministratore
Ciao Marco,

Più di una fonte mi ha suggerito un intervento con acriflavina (che qui, almeno per i canali cui posso accedere, è introvabile). Un lungo, prezioso, confronto con Mauro Natali ha generato il (suo) suggerimento di ricorrere ad un antibiotico sciolto in vasca. Fatto, immantinente ...

Da notare che il pusher locale propende per un evento "traumatico" (é/dovrebbe essere pur sempre un selvatico) o "stress da viaggio" e perora l'uso di un disinfettante locale (che a giudicare dal colore è a base di blu di metilene) in uso topico. Leggi applicare sulla "ferita" con un cotton-fioc.

Poichè temo, durante la cattura, di aumentare lo stress (di concerto col pusher) ho optato - a suo tempo usato con l'Arowana - per un prodotto simile ma da versare in vasca. Staremo a vedere ... dita incrociate! Mi solleva il fatto che lui si mantiene ottimista (o, almeno, lo è molto più di me!)

Quanto alla vasca di quarantena aggiungo che è alloggiata da sola ragione per cui ho ampie possibilità di manovra.

Ultimo appunto: si mantiene attiva e con un buon "riflesso di fuga" (in merito, ad esempio, all'uso topico del blu di metilene): appena ti avvicini ... ... ... FILA VIA!!!

Asiatici - e medicamentosi - saluti.
Francesco
Potrebbe essere anche verde malachite che in acquario risulta blu, credo che lo stress da pescarlo ogni volta per tamponarlo con il cotton-fioc non sia il massimo per il pesce, a quel punto fai bene a trattare l'acqua nella vasca di quarantena.

Comunque mi fido del tuo pusher dato che questi eventi e problemi ne avrà visti diverse volte e curati.

Mangiano bene? Con che cosa li alimenti?
 

fastfranz

Socio AIC
@Marco,

Verde di malachite/blu di metilene? Non so che dire, qui si vedono vasche - con pesci "in cura" - con una live tonalità verde che mi fa pensare al primo prodotto ma non è detto che io presuma correttamente.

Concordo, quindi, con te che il continuo dentro/fuori (per di più per applicare un prodotto la cui efficacia è tutta da dimostrare) non sia il massimo ragione per cui (anche visto che è sola in vasca) proseguo per ma mia strada: ieri somministrazione antibiotici (Mauro dixit) e blu di metilene, oggi nulla, domani cambio acqua e nuove somministrazioni, lunedì cambio acqua e poi mi metto in attesa. Oggi vado a raccogliere un pò di foglie di catappa. Se non diluvia e se l'indice di inquinamento non è eccessivo ...

L'alimentazione merita un discorso a parte: la C. gachua (dal primo giorno) non ha fatto storie, anzi ... l'altra (C. aristonei, appunto) ha mangiato golosamente, prima dell'insorgere del problema che sto fronteggiando, dei pezzi di polpa di gambero e dei tubifex.

La ho vista e quindi sono sicuro, successivamente la vicenda si "ingarbuglia" un pò: sto continuando a somministrare polpa e tubifex, la prima viene rifiutata per i secondi vedo, spesso, movimenti che sembrano di raccolta. Purtoppo non riesco a trovarli vivi ... ho messo in vasca - come vittime sacrificali - cinque piccoli guppy, sono ancora, tutti li! Però è, ormai, una settimana che è in vasca da me ....ritengo che qualcosa debba aver mangiato.

La ferita sembra regredire con molta lentezza ma, se non altro, non peggiora. il soggetto è vigile, con un buon riflesso di fuga (es. avvicinando le mani), tiene una postura corretta e respira regolarmente.

Mi sono, al riguardo, preso al briga di misurare, brevemente, i tempi della "respirazione aerea":

1) 2.55.88 (min/sec/etc.)
2) 2.55.53
3) 2.39.96
4) 1.14.00
5) 2.01.60
6) 2.14.60
7) 2.20.50
8) 2.09.70
9) 3.29.94

Detto che non sono tempi (a che servirebbe?) "al millesimo" mi sembra di notare una certa regolarità, accentuata dal fatto che può muoversi liberamente per salire/scendere/fare altro. La colonna d'acqua non arriva a 30 cm.

Credo che a questo punto, per farla brev, non posso fare altro che aspettare anche se, devo dire, fare esercizio di pazienza non è precisamente il mio forte ... :104:.

Francesco
 

misidori

Amministratore
@Marco,

Verde di malachite/blu di metilene? Non so che dire, qui si vedono vasche - con pesci "in cura" - con una live tonalità verde che mi fa pensare al primo prodotto ma non è detto che io presuma correttamente.

Concordo, quindi, con te che il continuo dentro/fuori (per di più per applicare un prodotto la cui efficacia è tutta da dimostrare) non sia il massimo ragione per cui (anche visto che è sola in vasca) proseguo per ma mia strada: ieri somministrazione antibiotici (Mauro dixit) e blu di metilene, oggi nulla, domani cambio acqua e nuove somministrazioni, lunedì cambio acqua e poi mi metto in attesa. Oggi vado a raccogliere un pò di foglie di catappa. Se non diluvia e se l'indice di inquinamento non è eccessivo ...

L'alimentazione merita un discorso a parte: la C. gachua (dal primo giorno) non ha fatto storie, anzi ... l'altra (C. aristonei, appunto) ha mangiato golosamente, prima dell'insorgere del problema che sto fronteggiando, dei pezzi di polpa di gambero e dei tubifex.

La ho vista e quindi sono sicuro, successivamente la vicenda si "ingarbuglia" un pò: sto continuando a somministrare polpa e tubifex, la prima viene rifiutata per i secondi vedo, spesso, movimenti che sembrano di raccolta. Purtoppo non riesco a trovarli vivi ... ho messo in vasca - come vittime sacrificali - cinque piccoli guppy, sono ancora, tutti li! Però è, ormai, una settimana che è in vasca da me ....ritengo che qualcosa debba aver mangiato.

La ferita sembra regredire con molta lentezza ma, se non altro, non peggiora. il soggetto è vigile, con un buon riflesso di fuga (es. avvicinando le mani), tiene una postura corretta e respira regolarmente.

Mi sono, al riguardo, preso al briga di misurare, brevemente, i tempi della "respirazione aerea":

1) 2.55.88 (min/sec/etc.)
2) 2.55.53
3) 2.39.96
4) 1.14.00
5) 2.01.60
6) 2.14.60
7) 2.20.50
8) 2.09.70
9) 3.29.94

Detto che non sono tempi (a che servirebbe?) "al millesimo" mi sembra di notare una certa regolarità, accentuata dal fatto che può muoversi liberamente per salire/scendere/fare altro. La colonna d'acqua non arriva a 30 cm.

Credo che a questo punto, per farla brev, non posso fare altro che aspettare anche se, devo dire, fare esercizio di pazienza non è precisamente il mio forte ... :104:.

Francesco
Anche il verde malachite spesso viene venduto per la cura dei cosiddetti puntini bianchi e Ichtyo io ho preso un prodotto ultimamente dalla Francia sicuro che era blue di metilene ed invece scritto in piccolo era verde malachite.

Beh ora che sei in "ballo" con l'antibiotico & Co ti conviene completare il ciclo.

Per il cibo potresti provare con dei piccoli lombrichi vivi se li trovi in negozi di pesca o in qualche giardino "scavando" ho visto molti pescatori usare questa esca per prendere le Channa.
Magari è uno stimolo a farli mangiare se sono sul fondo dell'acquario.
Ma dovresti provare con cibo vario e insetti, anche le camole della farina se le trovi.
 

fastfranz

Socio AIC
Ciao,

Questa "storia" con le Channa mi sta intrippando abbastanza e mi sta facendo scoprire cose nuove. Purtroppo vista la "cripticità" - su cui sbatto da ormai tre anni - di questo paese sono arrivato sul pezzo (come usa dirsi) molto tardi rispetto alla nostra data di rientro.

Comunque qualche considerazione la posso fare lo stesso:

1) esiste - o sembra esistere - in buona parte del sud-est asiatico (sino al Giappone) una sorta di "snakehead-connection" abbastanza trasversale.
2) questo porta - fuori da circuito tradizionale dei negozi che trattano di pesci "commerciali" - ad una notevole disponibilità di soggetti di specie diverse, anche selvatici. Probabilmente, pero, almeno in parte sulla carta ...
3) resta il fatto che - anche in questo momento molto particolare - si parla di disponibilità di pesci "wild" da paesi problematici per i più vari motivi: Inda (da cui arrivava, assieme ad altre, la mia C. aristonei), Myanmar (dove la situazione generale del paese è quella che è ...)
4) adesso - andrò a curiosare, visto mai che ... - sono annunciate da Myanmar "bleheri" ed "andrao", dopo le già pervenute "aristonei". Come diamine passino attraverso mezza Asia (ivi inclusi sbarramento doganali e quanto di altro) mi rimane incomprensibile ma a quanto pare ... se pò ffà!!!
5) in VN sembra esistere una particolare predilezione per Channa marulioides (il mio pusher, oltre il suo animale "totem" ne aveva in stabulazione forse una trentina tra avannotti, giovanili e sub-ADULTI).
6) siccome l'erba del vicino (anche qui) è sempre più verde le "locali" (le "gachua" come quella che ho io) non vengono considerate o vengono "diversamente considerate" (le "argus" le trovi, facilmente, al mercato del pesce avendole, per inciso, assaggiate ho capito il perchè ...)
7) in merito all'allevamento di vasca c'è da notare che, solitamente, si allevano (in ragione del caratteraccio, gli M'buna più intemperanti sembrano agnellini) singolarmente in vasche con allestimenti che vanno da un estremo (vasca nuda) all'altro (ricercate ricostruzioni degli areali di provenienza sia pure con qualche licenza poetica ...)
8) sovente viene rispettata però una deteriore abitudine degli allevatori locali: pesci “troppo grandi” in vasche “troppo piccole”
9) anche l’allevamento vero e proprio è gestito in maniera abbastanza maccheronico: le specie dei climi “caldi” non danno problemi (se non, marginalmente, nella breve stagione fredda al nord). Quelle dei climi “sub-tropicali” (il che può significare anche specchi d’acqua alle pendici dell’Himalaya) si … abituano!
10) sembra che le “aurantimaculata” riescano . effettivamente - a farlo bene però ci sono anche report (purtroppo per lui era uno di colori che cerca di fare le cose per bene) di chi ha perso cinque (se sei) Channa aristonei. Al riguardo il pusher le dichiara(va?) "temperature-sAFE" SINO A 25/26°, dopo di che suggerisce l'uso del condizionatore ambientale. Alla luce della mia esperienza temo l abbia fatta troppo ... "semplice"!!

Un breve cenno, per concludere, all’altra (Channa gachua, ssp. Viet-Nam anche se tale ultimo termine è una mia … invenzione): sembra stare bene, mangia di tutto anche il pellettato “da superficie” e (ieri sera) ha accettato anche (ho provato) una compressa a base vegetale in origine destinata ai loricaridi. L’espressione era un po' perplessa ma alla fine più di tutto potè la fame … stasera, comunque, tubifex!!!

Un pesce del genere - non bello come la aristonei ma parimente interessante dal punto di vista dell'allevamento - mi è costato (taglia 10 cm circa) € 1,87. Se penso, pur con tutte le variabili del caso, ai prezzi italiani ...


Asiatici saluti
Francesco

PS: chi volesse curiosare in prima persona può cercare sul "tubo" Channa Lee. Purtroppo parla in vernacolo locale (senza sottotitoli tradotti) ma per dare un occhiata ... va bene.
 

fastfranz

Socio AIC
Ciao,

Quinci or narrerovvi ... emoticons-allegre-06emoticons-allegre-06emoticons-allegre-06.

Torniamo seri ... :104:!

Il soggetto in questione mi è stato consegnato come Channa gachua, dal Sud VN. In realtà, manco a dirlo, la cosa sembra non essere così semplice! Secondo molte fonti (es.: seriouslyfish, web-site inglese che, più di una volta ci ha ... "azzeccato") questa è a grandissime linee la situazione:

Channa gachua insiste su un areale enorme che copre l’area che va dall’Iran a Bali (!!!) e, più in dettaglio con segnalazioni di rinvenimenti in Iran, Iraq, Afghanistan, Pakistan, Nepal, India, Sri Lanka, Bangladesh, Bhutan, Cina, Myanmar, Thailandia, Laos, Cambogia, Vietnam, Malesia, Indonesia e Singapore (dubbio).

Esistono prove significative che suggeriscono che C. gachua come attualmente intesa rappresenta un complesso di specie dall'aspetto simile, con tutto ciò che ne consegue. Ad esempio (Ng et al, 1999) hanno puntato l’attenzione sulle piccole macchie nere presenti su esemplari indocinesi ma non su quelli rinvenuti in India e dalle Grandi Isole della Sonda. Successivamente, però, ulteriori osservazioni hanno portato (Tan e Ng, 2005) alla revisione di tale assunto.


Venendo a noi tutte le popolazioni sono indicate come C. gachua, ad eccezione di una del Vietnam che è stata descritta come Channa longistomata (Nguyen et al., 2012), mentre le forme della Thailandia e della Malaysia peninsulare sono talvolta indicate utilizzando il nome non valido C. limbata (Cuvier, 1831).

ed ora, da ultimo e brevemente, parliamo del mio soggett(azz)o: mi è stato proposto come proveniente dal Sud-VN (e quindi, viste le mie disavventure, con C. aristonei, in grado di sopportare impunemente le ondate di calore estive tipiche di questo paese). Sarà ... in un altro punto vendita ne ho viste parecchie in esposizione e la domanda che mi pongo è: CHI si prende la briga di far percorre quasi 2.000 ad un pesce che si compra (parlo del singolo appassionato) a meno di € 10 (il mio giovanile è costato un "esimo" di tale cifra)?!?!?!

A tal proposito
(Fonte: Fishbase, Nguyen, V.H., 2011. Two new species belong to genus Channa (Channidae, Perciformes) discovered in Ninh Binh province, Vietnam. Vietnam J. Biol. 33(4):8-17) segnalo il, relativamente recente, rinvenimento di proveniente dalla zona (che ho avuto modi di visitare) di Ninh Binh a meno di 200 km da Hanoi.

Channa Ninhbinhensis.jpg
Channa ninhbinhensis, foto da Fishbase.se

Finita la parte "cattedratica" veniamo al mio soggetto, con una premessa la vasca che lo contiene è piccola ma anche lui, come tutto ciò che ho allevato qui, è destinato ad una permanenza "pro tempore" nei miei acquari, quindi (seguono due foto del pesce in vasca e due, altre, della medesima).

Asiatici saluti.
Francesco
 

Allegati

  • 08_C. gachua in vasca - AIC.jpg
    08_C. gachua in vasca - AIC.jpg
    759,4 KB · Visite: 2
  • 07_C. gachua in vasca - AIC.jpg
    07_C. gachua in vasca - AIC.jpg
    672,5 KB · Visite: 1
  • Vasca Channa gachua - AIC.jpg
    Vasca Channa gachua - AIC.jpg
    748,7 KB · Visite: 1
  • Vasca Channa gachua - AIC (2).jpg
    Vasca Channa gachua - AIC (2).jpg
    683,6 KB · Visite: 2

fastfranz

Socio AIC
Ciao,

Vi presento il mio - ennesimo! - acquisto sconsiderato (questa mattina al mercato del pesce, € 0,78) :emoticons-allegre-6:emoticons-allegre-6:emoticons-allegre-6.

Ancora mi sto domandando il perchè ... comunque ho una vasca allestita, funzionante e vuota. In attesa di altro ... va ad "abitare" li, poi si vedrà. Mal che vada torna nel fiume/lago da cui è uscito.

Ignoro - probabilmente è un "walking catfish" - tutto di lui! L'unica cosa su cui mi sento di sbilanciarmi è l'esclusione (visto da dove viene) del fatto si tratti di una "selezione acquariologica" (non credo, per capirsi, si tratti di un "amelanico" o simili), BOH!!!

Asiatici - ed ittio-perplessi :104: - saluti.
Francesco
 

Allegati

  • Yellow catfish.jpg
    Yellow catfish.jpg
    297,5 KB · Visite: 3

misidori

Amministratore
Ciao Francesco, mi piacerebbe vedere un filmato del mercato dei pesci quando vai a fare una visita o acquisti.

So che magari qualcuno non ama che riprendi ma ci sarà anche qualche venditore che ti lascerà filmare i pesci.

Questo pesce gatto assomiglia molto a quelli che prende il mio amico Indonesiano nelle paludi, ma è di colore melanico. Usa delle nasse in rete e utilizza i frutti maturi delle palme per attirarli.

Per la questione restrizioni in Europa credo che tra un po bloccheranno anche le specie di origine tropicali,e per specie intendo "tutto" dai pesci,rettili,anfibi,uccelli,mammiferi,insetti, ecc...

Le Channa di acqua fredda o temperata sono anche un problema che affligge il Canada,mi diceva un amico che lì sono bandite come altri pesci tipo le Koi o pesci rossi, inoltre per i pesci drago leggi Arowana devi avere una sorta di patente oltre al microcip e denunciare alle autorità il pesce.
 

fastfranz

Socio AIC
Marco,

Filmare al mercato NON è semplice (oltre il problema pratico della GoPro che ha reso l’anima): I venditori non amano essere ripresi, il caos è tale che, in certi frangenti, si cammina a fatica e, ultimo ma non ultimo, col virus in libertà … Proverò, ma NON prometto!

Quanto al pesce-gatto sino a ieri ne ignoravo l’esistenza (visti spesso altri ma non questo) adesso ci sto giocando … in vasca si muove come un bulldozer (ci sono tante piante in cui si nasconde (con la grazia di un elefante in una cristalleria). La notte passata ha, stranamente, preferito due pezzi di gambero ad alcuni guppy! Vedremo nei giorni a seguire …

Da ultimo le “restrizioni” cui fai cenno: che dire? Noi “occidentali” abbiamo la fama (di fare danni) mentre altri “fanno i fatti”: ho visto in Africa e, ancor più, qui in VN cose inenarrabili/ingiustificabili.

Si vende/compra/sfrutta/maltratta/uccide (per menefreghismo, per incuria, per … divertimento) di tutto, spesso gratuitamente ... Nessuno fa nulla, nessuno si stupisce, tutto – per qualche dollaro in più (cit.) - è lecito … PUAH!!!

Di fonte all’ennesimo eccesso – tempo fa, ormai mi sono mestamente arreso … - ho inviato una e-mail (firmandomi) alla competente organizzazione pubblica deputata ai controlli specifici. Più di uno (e non solo dei locali) mi ha invitato – con modi cortesi ma espliciti – a farmi i c*zzi miei … e la “giostra” continua … PUAH!!!

Stante quanto sopra arrivo, in un eccesso di autolesionismo, a dire che vengano (‘ste benedette restrizioni) … una via di fuga da ‘sto scempio deve esserci!

Ma tornando, per un attimo, seri non so che pensare, dire, fare, suggerire … e questo è grave perché in ogni materia (in assenza di input qualificati, che nello specifico ovviamente non sono i miei) qualche "tuttologo" si prende, prima o poi, la briga di “legiferare”, con tutte le conseguenze del caso …

Asiatici - meditabondi - saluti.
Francesco
 

fastfranz

Socio AIC
Ciao,

Perdonate lo sfogo e ... torniamo ai nostri pinnuti. Eccovi un bel primo piano del mio pesce-gatt(acci)o.

Otto bargigli e due "tubercoli sensoriali" (al margine superiore del muso) le tenebre, in cui suole muoversi, per lui non hanno segreti! Invece chi sia lui è per me un mistero ... AHAHAHAHAHAHAH!!!

Asiatici - ittio-dubbiosi - saluti.
Francesco

PS: Clarias sp.?
 

Allegati

  • 20211124_214410 - AIC.jpg
    20211124_214410 - AIC.jpg
    259,3 KB · Visite: 2

misidori

Amministratore
Potrebbe essere una specie di Clarias ma non saprei...

Per filmare al mercato in anonimato dovresti avere un spy cam tipo bottone o altro tipo come nei film di 007!:68:

Riguardo alle restrizioni o nuove leggi europee credo che un proibizionismo legato a vietare tutto ciò che è tropicale porterebbe ad un mercato "nero sommerso incontrollabile" vedremo più avanti.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 3/2021
• Nanochromis transvestitus (Roberts & Stewart, 1984) Un nano colorato e affascinante del Congo di Michel Keijman
• Tropheus: guida pratica all’allevamento e alla riproduzione di Mauro Parimbelli

Arretrati

Raduno AIC 2021

Alto