• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Hemichromis guttatus "Konankro, Costa d'Avorio"

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
A quasi un anno di distanza da quando Francesco Zezza (grazie!) mi ha fatto avere un piccolo gruppo di Hemichromis guttatus della Costa d'Avorio (Kronanko), che varie volte sono apparsi nei bollettini nel mio gruppo, sono iniziati i viraggi di colore.
Di recente un individuo di dimensioni maggiori ha acquistato colore e continuava a scacciare tutti gli altri rivelandosi maschio. Qualche settimana dopo un individuo più piccolo ha iniziato a mostrare colorazione brillante, muso a punta e un bel colore rosso. C'è una coppia quindi.
Eccola.

 
E' veramente un pesce bellissimo. Ha quegli occhi che sembrano lampadine..... Bravo Livio, ne hai tirati su diversi e, tranne qualche pinna smozzicata :D sono in splendida forma....
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
In effetti si tratta di un'aggressività interspecifica tipica del genere Hemichromis, anche se ho visto di peggio (gli exsul per esempio). A breve vorrei dividere la coppia dal gruppo in modo da vedere se riescono a colorarsi altri maschi e soprattutto femmine.

E' veramente un pesce bellissimo. Ha quegli occhi che sembrano lampadine..... Bravo Livio, ne hai tirati su diversi e, tranne qualche pinna smozzicata :D sono in splendida forma....
 

Lorenzo N.

Socio AIC
Anche io ho un gruppo di 6 esemplari nella mia vasca a Roma. Francesco me li ha portati due estati fa. Sono cresciuti e stanno benone, ma di formazione di coppie non se ne parla. Con Livio abbiamo avanzato diverse ipotesi, dato che c'è un gruppo di 3 esemplari, i più grossi, che sembrano fare comunella e non si scacciano; ma essendo i più grossi credevo fossero maschi, anche se la forma della fronte di due di essi ed i loro colori meno sgargianti potevano far pensare che fossero femmine. Poi c'è il primo esemplare che si vede nel video, che dai colori e comportamenti sembra essere maschio ed è in guerra con tutti. Ed infine ci sono due esemplari sottomessi che rimangono grigi e più piccolini, scacciati da tutti. Il fatto che a distanza di due anni non si sia formata alcuna coppia e non ci sia stata alcuna avvisaglia di riproduzione, mi fa pensare che possano essere tutti maschi... ma chiedo un vostro pare in merito (sempre che dal pessimo video si capisca qualcosa)
PS: Ancistrus e Corydoras non c'entrano una mazza ma sono lì per motivi affettivi.

 

fastfranz

Socio AIC
Ciao,

Ehi, mi era sfuggita questa chiacchierata!!! Bei pesci, vedo che state facendo un bel lavoro: complimenti (ma non ne dubitavo). Abbiatene cura ... :104:.

Francesco

PS: un solo, piccolo appunto, la type-locality è Konankro (non lontano da Bouakè)
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
Ciao,

Ehi, mi era sfuggita questa chiacchierata!!! Bei pesci, vedo che state facendo un bel lavoro: complimenti (ma non ne dubitavo). Abbiatene cura ... :104:.

Francesco

PS: un solo, piccolo appunto, la type-locality è Konankro (non lontano da Bouakè)

Grazie dell’appunto. Ho modificato il titolo della discussione. Hai qualche informazione in più sul tipo di ambiente in cui sono stati raccolti?
 

fastfranz

Socio AIC
Ciao

è riportato nell'articolo apparso (o deve apparire? Perdono: le mie copie sono in Italia ...) sul bollettino AIC. Comunque, brevemente, ecco qui ...

I soggetti che sto allevando sono sicuramente selvatici, vista la provenienza, ma presentano comunque qualche “lato oscuro”. Provengono – come dettomi – da una località nota come Konankankro (o Konankro): su Google Map con il primo nome vengono identificate due località diverse poste ad una distanza tale da non lasciare dubbi in merito al fatto non si tratti della stessa punto geografico ...
Ulteriori approfondimenti successivi (incluso un secondo “raid ittico” in zona) mi hanno portato ad identificare la località, con ragionevole certezza, come Konankro ...

Posizionedi Konankro (luogo di raccolta) all’interno della Costa d’Avorio. I pesci mi sono stato consegnato a Bouakè con indicazione di provenienza la zona summenzionata ...

I pesci provengono da un bacino artificiale (barrage, localmente) ad uso dei pescatori che però sulle mappe non risulta assolutamente (ma le mappe potrebbero non essere aggiornatissime): in zona (Konankro) non si notano specchi d’acqua significativi ...

Nell'articolo ci sono anche molte altre considerazioni, con uno spettro che ritengo abbastanza ampio, su questi pesci ... :104:.

Francesco
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
Ciao

è riportato nell'articolo apparso (o deve apparire? Perdono: le mie copie sono in Italia ...) sul bollettino AIC. Comunque, brevemente, ecco qui ...

I soggetti che sto allevando sono sicuramente selvatici, vista la provenienza, ma presentano comunque qualche “lato oscuro”. Provengono – come dettomi – da una località nota come Konankankro (o Konankro): su Google Map con il primo nome vengono identificate due località diverse poste ad una distanza tale da non lasciare dubbi in merito al fatto non si tratti della stessa punto geografico ...
Ulteriori approfondimenti successivi (incluso un secondo “raid ittico” in zona) mi hanno portato ad identificare la località, con ragionevole certezza, come Konankro ...

Posizionedi Konankro (luogo di raccolta) all’interno della Costa d’Avorio. I pesci mi sono stato consegnato a Bouakè con indicazione di provenienza la zona summenzionata ...

I pesci provengono da un bacino artificiale (barrage, localmente) ad uso dei pescatori che però sulle mappe non risulta assolutamente (ma le mappe potrebbero non essere aggiornatissime): in zona (Konankro) non si notano specchi d’acqua significativi ...

Nell'articolo ci sono anche molte altre considerazioni, con uno spettro che ritengo abbastanza ampio, su questi pesci ... :104:.

Francesco

Non mi ricordavo più del bacino artificiale. Il tuo articolo di riassunto sugli Hemichromis non è ancora apparso. Quello invece sui guttatus é già stato pubblicato tempo fa.
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
Riprendo questo post per aggiornare l'argomento. Ecco una foto recente del trio che mi è rimasto. Purtroppo nessuna deposizione ancora.
 

Allegati

  • DSC_0767_01.jpg
    DSC_0767_01.jpg
    1,4 MB · Visite: 13

fastfranz

Socio AIC
Ciao,

Ricordo che i miei (in CdA) deponevano con facilità all'aperto dove, tra l'altro, si erano impadroniti di un laghetto da 1.000 litri. Neppure una Parachanna - pesce decisamente pugnace - è cresciuta li dentro: sono, decisamente, dei tipi decisi!

In vasca (RIO400, forse un po' troppo affollato) ho avuto una sola deposizione, per giunta non particolarmente numerosa. I giovanili venuti in Italia erano tutti nati all'aperto, per quello che vale la precisazione,

Concludendo: i pesci sembrano essere non facili da riprodurre ma sono in mano a valenti allevatori e vedo anche belle foto, vuol dire che i pesci stanno bene ... speriamo!!!

Saluti afro-asiatici ... :104:

Francesco
 

Nene

Moderatore
Ciao,

Ricordo che i miei (in CdA) deponevano con facilità all'aperto dove, tra l'altro, si erano impadroniti di un laghetto da 1.000 litri. Neppure una Parachanna - pesce decisamente pugnace - è cresciuta li dentro: sono, decisamente, dei tipi decisi!

In vasca (RIO400, forse un po' troppo affollato) ho avuto una sola deposizione, per giunta non particolarmente numerosa. I giovanili venuti in Italia erano tutti nati all'aperto, per quello che vale la precisazione,

Concludendo: i pesci sembrano essere non facili da riprodurre ma sono in mano a valenti allevatori e vedo anche belle foto, vuol dire che i pesci stanno bene ... speriamo!!!

Saluti afro-asiatici ... :104:

Francesco
Date le considerazioni di Franz... provare all'aperto con il favore della stagione? ormai come temperature dovremmo esserci
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
I pesci sono bellissimi. Anche la mia vasca è sovraffollata ma ultimamente vedo comportamenti che fanno ben sperare.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 4/2022
• Placidochromis sp. “phenochilus Tanzania” di Giorgio Nicolosi
• Smeraldi dall’Amazzonia: Hypselecara temporalis di Lorenzo Nitoglia
• Heterotilapia buttikoferi, zebrati dell’Africa occidentale di Morgan Malvezzi
• WAC 2022. The final edition di Leoni Livio

Arretrati

Alto