• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Info Ciclidi

Ciao ragazzi, sono al termine della maturazione di un Rio 240.
Sono ancora molto combattuto su cosa allevare, ero propenso per gli scalari ma forse sarò l'unico a cui non piacciono più di tanto.
Nel mio Rio 125 ho una coppia di ciclidi nani del Sud America e precisamente Cacatuoides e devo dire che il maschio è veramente bello, mi perdo vari quarti d'ora ad osservarlo, da qui il pensiero..... " e se nel Rio 240 mettessi una coppia di ciclidi del centro America?"
Mi piacciono molto anche se sono di notevole dimensione (non tutti) quindi chiedevo a Voi consigli per quale specie andrebbe meglio.
Nell'acquario ho da poco inserito le piante quindi per almeno una settimana non metterei pesci, vorrei prima vedere le piante crescere un minimo.
Vi allego foto dell'acquario in modo da sapere di cosa parliamo.

Se possibile metterei Corydoras che mi piacciono davvero tanto e poi vorrei dei pesci di branco ma non so quali sono adatti ai Ciclidi.

Grazie per le prime risposte, vediamo insieme di popolare il mio Rio 240 (120X40X50) :104:
 

Allegati

  • Cambio Neon + piante1.jpg
    Cambio Neon + piante1.jpg
    256,4 KB · Visite: 44

Matteo Noè

Utente
Ciao e ben'arrivato.

Mi sento più a mio agio in Africa per cui non sono il più adatto a consigliarti, però posso suggerirti di dare un'occhiata ai generi thorichthys e chryptoheros, secondo me entrambi molto belli in tutte le loro specie. Mentre come specie di "contorno" penso possano andare bene dei platy o dei portaspada, per occupare la parte alta della vasca, ma già qui incontro le prime difficoltà per cui sarebbe necessario l'intervento di qualcuno più esperto.
Guardando in questa sezione non ho visto moltissime vasche piantumate come la tua, non voglio dire ma penso che questi pesci non vadano d'accordissimo con la vegetazione, io metterei 2 o 3 massimo 4 rocce di grandi dimensioni, qualche sassotto più piccolo alla base delle stesse , come i ciottoli che vedo al centro della tua vasca e 1 o 2 tronchi con una buona ramificazione.:104:
 
Vabbè sta vasca è un MIX, sono partito per fare Malawi, poi dirotto su Tanganica, poi metto piante e penso di fare Asiatico, ora ho piantumato come Amazzonico e vorrei fare centramerica....sono indeciso??????? Ahahahaha
 

teto76

Utente
Hai l'imbarazzo della scelta.
Giusto quello che ti ha detto Matteo.
Nel genere thorychthys puoi senza dubbio considerare il meeki. Sarà pure commerciale (non dovresti far fatica a trovarlo), ma la sua livrea caratteristica e il suo comportamento lo rendono un pesce molto interessante.
Fra i crypto io ho avuto con soddisfazione gli honduran red point, vedere le cure parentali è uno spettacolo, tu hai la vasca adeguata anche per i sajica, più grandi ed ancora più belli.
Potresti pensare anche ad un gruppetto di mikrogeophagus altispinosa, oppure anche ad una coppia di hypsophrys nicaraguenses.
Dipende però tanto da cosa vuoi vedere nella tua vasca.
 

Mraiconi

Socio AIC
Gli Hypsophrys nicaraguensis sono bellissimi e io li ho tuttora e assistere alle cure parentali dei centro americani è uno spettacolo, è vero che sono abbastanza pacifici all'interno della coppia però considera che il maschio col tempo raggiunge dimensioni ragguardevoli, mentre mi muoverei per la scelta più fra Thorichthys e Cryptoheros, un'altra occhiata la darei all'Archocentrus multispinosus (ex herotilapia), tra i Thorichthys oltre ai meeki citati da Teto76, molto belli sono anche i maculipinnis, i pasionis e gli aureus, se invece optassi per i T. socolofi so che possono essere tenuti in gruppo ma senza presenze che possano turbare la loro timidezza.
Io spingo per il centro america.....si è capito?
Alla fine però sei sempre e solo tu che dovrai decidere avendo sentito tutte le campane in base ai tuoi gusti e interessi che ti spingeranno verso un continente o l'altro.
 
Ultima modifica:

sinnet-68

Utente
Io propenderei, come già suggerito da qualcun'altro, per gli archocentrus multispinosus.
Sono facili da tenere, molto appariscenti, tranquilli anche all'interno della coppia (anche se non si sopportano più e c'è differenza di stazza tra maschio e femmina, non ho mai visto neppure una pinna sfrangiata), scavano molto poco e quindi non sradicano le piante, l'unico dubbio è che ogni tanto non le sbonconcellino un po', io li ho tenuti per anni e non ho mai avuto problemi, ma le mie piante erano solo Anubias e Microsorium quindi piuttosto coriacee....
a dimenticavo: anche in riproduzione non sono delle belve feroci e Coridoras e altri pesci (non troppo piccoli) non verrebbero sbranati.
Dopo i Salvini (che sono di tutt'altra pasta) sono i miei preferiti.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 1/2022
• Cynotilapia sp. lion Ntekete Liwani”. Esperienze di allevamento di Pablo Innocenzo Bertellotti
• Lufubuchromis relictus. Un nuovo ciclide Haplochromino dallo Zambia settentrion
ale testo e foto di Michel CW Keijman
• Hemichromis sp. “upper Niger”. Un nuovo ciclide gioiello. di Uwe Werner • Esportazioni dal lago Malawi: i primi dati. di Livio Leoni di Lampredi Denis Pier Paolo

Arretrati

Alto