• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

..Pensavo fosse Tanganica invece era un Vittoria..

Dadele

Utente
Buongiorno a tutti, sono Gabriele, da Natale ho in maturazione un juwel Rio 240 l (120 cm)... Per ora gira con comune acqua di rete (moderatamente basica e dura)... Sono un semiprincipiante e avevo pensato ad un Tanga (Altolamprologus, Nigripinnis e probabilmente Syno Petricola).... Poi ho letto della timidezza spiccata di queste specie e soprattutto mi sono imbattuto su alcune discussioni corredate da magnifiche immagini, qui sul forum, sui Vittoriani, interessanti e tristemente in estinzione nei loro luoghi d'origine... Non si dovrebbe modificare in corsa il progetto, lo so, e chiedo una mano per decidere se il cambio possa rivelarsi troppo rischioso o se, invece, può essere fattibile. Pensavo ad Astatotilapia latifasciata (1M 3F), che leggo essere più pacifico e reperibile, da abbinare a qualche Syno Petricola (mio figlio lo adora ma dovrei dire addio alla eventuale prole) o, meglio, al bellissimo Paralabidochromis Rock Kribensis (sempre 1 M e 2 o 3 F)... Avrei già fiocchi Tropical Tanganica, possono mangiarli? Richiedono alimentazione specifica? Quali potrebbero essere le difficoltà principali? Ci saremmo con le compatibilità d'arredo, alimentari e delle caratteristiche chimico fisiche dell'acqua? In conclusione, cerco suggerimenti, diritte per cimentarmi con questi ciclidi bellissimi. Allego foto della vasca, attualmente non piantumata e filtrata da un interno Bioflow e un esterno JBL Cristalprofi e902. Grazie molte a chi vorrà rispondere e aiutarmi.IMG_20220105_184551_copy_2000x912.jpg
 

misidori

Amministratore
Ciao Gabriele,puoi tranquillamente dedicare l'acquario a queste specie di Ciclidi del lago Vittoria con l'aggiunta dei Synodontis. Il rapporto 1-2 o 1-3 è ottimo per loro. Sì puoi dare loro il mangime in fiocchi alternandolo con altri cibi freschi tipo artemia ,microkrill e granulati variando il più possibile.
Li puoi trovare giovani da crescere o sessati ,non hanno particolari difficoltà di allevamento basta non sovralimentare e fare giusti cambi d'acqua parziali.
Dalla foto la vista frontale non rende la tridimensionalità delle rocce ,con questo set up avresti due zone dove le due specie si potranno dividere i territori. Non ricordo le caratteristiche chimiche dell'acqua ma sono simili a quelle del lago Tanganica quindi acqua dura e PH basico.
 

Dadele

Utente
@misidori Le rocce che si vedono sullo sfondo sono appunto uno sfondo esterno😅, mentre ai lati e un pochino alla base posteriore centralmente sono organizzate in modo da essere piuttosto estese, tuttavia, dove ce ne sono di più (ai lati), resta sempre una quindicina di cm almeno libera per il nuoto in tutti i 121 cm. Anche sopra ci sono una buona quindicina totalmente liberi. Grazie mille delle informazioni, a questo punto lascio il layout così (meno male) e lascio la vasca a maturare in pace😬 con le mani (quasi) in tasca. Ora si parte alla ricerca della fauna! Grazie molte!!!
 

Klyngon

Utente
Purtroppo non sono un socio e non posso mettere un annuncio qui, avevo provato sul gruppo Fb ma le nuove regole lo impediscono 😔 direi quindi che la situazione rimarrà quella attuale 😔😔😔
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 4/2021
• Nuove specie: Conchigliofili del Malawi di Livio Leoni
• Nuotare con i mangiaterra amazzonici: il gruppo Geophagus surinamensis di Oliver Lucanus
• Reportage WAC meeting 2021 di Lorenzo Nitoglia
• Incubatori biparentali del lago Tanganica: Xenotilapia sp. ”papilio sunflower” di Lampredi Denis Pier Paolo
Arretrati

Anteprima Calendario 2022

Alto