• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

riproduzione synodontis polli white zambia

mamo96

Utente
L'inizio dell'esperienza con questi pesci risale a un paio d'anni fa quando assieme a un ordine dalla Danimarca di alcuni tropheus arrivarono a me ed Enea due minuscoli esemplari selvatici messi quasi per gioco in regalo dall'importatore. Ecco questi si sono verificati fortunatamente una coppia e ieri per la prima volta ho deciso di salvare le uova facendo deporre la coppia in un contenitore in plastica immesso in acquario con una rete a dividere in due compartimenti il contenitore stesso. Le uova (una quarantina, non tantissime per la specie) sono state prelevate facilmente, una volta liberati gli adulti, poiché si erano depositate sul fondo del contenitore (di solito sul web vedete lo stesso meccanismo attuato però con vasi e biglie di vetro). Ieri pomeriggio le ho messe in un tumbler e già stamattina in mezzo a una buona quantità di uova ammuffite sono spuntate sette codine di synodontis. incredibile come la tappa embrionale della costruzione della coda sia avvenuta in praticamente 12 ore.
questa specie è particolarmente minuta, e sono considerati esemplari nani di sinodontis ovvero "dwarf". Sono carini bianchi puntinati di nero. Conoscete qualcuno che li ha riprodotti? oggi vedo come evolvono le altre uova rimaste e sono pronto a eliminarle in caso di muffe.
 

misidori

Amministratore
Bel colpo Mauro...complimenti,poi ci farai vedere qualche video o foto della riproduzione.

PS:sposto di sezione in Non solo ciclidi.:104:
 
Ultima modifica:
Conoscete qualcuno che li ha riprodotti? oggi vedo come evolvono le altre uova rimaste e sono pronto a eliminarle in caso di muffe.

Io ho riprodotto diversi syno ma i white zambia mai perché mi capitarono 4 maschi. Li avevo presi da un olandese che li riproduce a manetta. Adesso non ricordo il nome ma se googli un po' lo trovi di sicuro.

Ciao Enrico
 

cyatide

Moderatore
Faccenda interessante...

Sono gli stessi che hanno/avevano anche i Noselli? Se sono quelli sono molto carini ... a riuscire a vederli!
A proposito, i tuoi si fanno vedere in giro?
 

mamo96

Utente
Ciao a tutti, i piccolini alla fine sono sette totali, le altre uova eliminate. Hanno guadagnato ancora un po' in lunghezza ma sono proprio esili e trasparenti. Capisco quindi gli alti numeri di uova perché in un ambiente come il lago credo che la sopravvivenza sia proprio bassa. La prossima volta lascerò più tempo i genitori in isolamento per provare a far fecondare più uova anche perché ho un solo maschio (ho visto alcuni video in cui una femmina è messa anche con due tre maschi per garantire più piccoli).
I genitori sono proprio quelli che hanno anche i Noselli. I miei stanno con degli mbuna e sono belli vispi. vengono addirittura a pelo d'acqua capovolti durante la somministrazione del cibo. Poi beh rimangono synodonthis quindi per lo più schivi, ma una volta abituati li vedi il 50% delle volte che guardi la vasca. A tempo debito foto dei piccoli e dei genitori.
 

mamo96

Utente
ciao ragazzi, ecco i piccoli...ora la sfida sarà farli crescere, sembrano dei piccoli cobra :244: ad occhio nudo inizio a vedere i tipici baffetti.
IMG_5796.jpg
 

misidori

Amministratore
Si vedono bene tutti e sette in foto,dove li stai crescendo?

Con cosa li alimenti?

Dal profilo sembrano aver consumato il sacco vitellino.
 

mamo96

Utente
Ciao Marco, purtroppo le dimensioni minime dei polli appena nati non mi hanno permesso di accrescerli. Sono purtroppo morti quasi tutti, ho un solo superstite in una vaschetta da trenta litri in cui accresco altri avanotti...è da tre quattro giorni che non lo vedo più però. La mattina lo vedevo sui vetri che scorrazzava. Che dire per la prossima mi devo ingegnare qualcosa per farli mangiare, sono veramente di una dimensione microscopica e anche solo spostarli risulta un problema perchè veramente delicati. Quando riesco metto su delle foto della dimensione massima che son riuscito a fargli raggiungere.
 

cyatide

Moderatore
Non so se l’hai riletto ultimamente, ma in numero del nostro bollettino di qualche anno fa, pubblicammo l’articolo di un polacco sulla riproduzione dei petricola e, se non ricordo male, parlava proprio delle grosse difficoltà nel far superare ai piccoli i primi giorni di vita...
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 3/2021
• Nanochromis transvestitus (Roberts & Stewart, 1984) Un nano colorato e affascinante del Congo di Michel Keijman
• Tropheus: guida pratica all’allevamento e alla riproduzione di Mauro Parimbelli

Arretrati

Raduno AIC 2021

Alto