• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Trattamento con Flagyl

JeanAqua

Utente
Apro qui un thread per il problema che sto avendo in vasca. Pesci poco attivi, uno che ha un principio di bloat e troppe perdite nelle ultime settimane senza nessuna escoriazione dovuta ad eventuali scontri tra ciclidi.

Ho deciso, su consiglio di @Sertor, di iniziare con il trattamento in tutta la vasca con il Flagyl 250mg in compresse. Ho letto alcune guide online e vorrei onestamente avere un piano da seguire in quanto tutto ciò che ho letto erano indicazioni su pesci che venivano isolati per il trattamento. So che il dosaggio è 1 pastiglia ogni 20lt circa il primo giorno, mezza dose per il secondo e terzo giorno e temperatura sui 28° da subito abbinata a vasca oscurata. Vorrei però capire come regolarmi coi cambi, se devo farli giornalieri prima o dopo del rincaro della dose e così via.

Grazie in anticipo, vorrei intervenire prima possibile per scongiurare altre perdite o problemi.
 

Sertor

Moderatore
Come dosaggio ok, ti ricordo di oscurare la vasca. Se necessario, puoi fare un cambio acqua prima dell'inizio del trattamento, poi non toccherei niente fino ad almeno due giorni dopo la fine della cura. Il principio attivo comunque si degrada da solo.
 

JeanAqua

Utente
Perfetto, quindi niente cambi tra una dose e l'altra. Faccio oggi un cambio del 25% e l'acqua con cui faccio il rabbocco la metto con dentro sciolte le pastiglie. Dopo i 3 dosaggi, devo aspettare ulteriori giorni prima di fare cambi e riaccendere luce e riportare a temperatura corretta? Durante il trattamento, niente cibo giusto?
 

misidori

Amministratore
Io uso le pasticche di Flagyl da 250 mg e doso una pasticca ogni 20 litri il primo giorno, idem per il secondo e terzo poi dopo 4 giorni faccio un cambio d'acqua parziale.
Se migliora ok altrimenti ripeto il trattamento, quindi dopo una settimana.
Ultimamente ho utilizzato anche Octozin
La pasticche di Flagyl le riduco in polvere così da discioglierle meglio in acqua.
Durante il trattamento io spegno solo le luci e non sempre, la temperatura devi portarla gradualmente al valore giusto evita sbalzi repentini.
Se tutti i pesci non mangiano puoi sospendere l'alimentazione, io doso poco cibo per vedere se c'è un miglioramento e i pesci tornano a mangiare, ma puoi farlo al secondo terzo giorno.
L'importante è rispettare le dosi e tempistiche considera le 24 ore tra una dose e l'altra.
 

JeanAqua

Utente
Grazie Marco, allora inizio il trattamento e do qualche aggiornamento, evito dunque di coprire la parete frontale della vasca che non riceve molta luce (le pareti posteriore e laterale hanno la pellicola nera). Do oggi 9 pastiglie e 5 domani e dopodomani a distanza di 24h l'una dall'altra, poi giovedì prossimo faccio il cambio acqua.
 

misidori

Amministratore
Grazie Marco, allora inizio il trattamento e do qualche aggiornamento, evito dunque di coprire la parete frontale della vasca che non riceve molta luce (le pareti posteriore e laterale hanno la pellicola nera). Do oggi 9 pastiglie e 5 domani e dopodomani a distanza di 24h l'una dall'altra, poi giovedì prossimo faccio il cambio acqua.
Io non copro la parete frontale anche per vedere la situazione in vasca, non si sa mai...una volta mi si era anche fermata una pompa e sono intervenuto in breve tempo. Se riceve poca luce naturale va anche bene così.
Come ti ho detto sopra il trattamento che faccio(con il Flagyl-Metronidazolo) ha lo stesso dosaggio nei tre giorni a distanza di 24h e quindi una pasticca da 250mg su 20 litri d'acqua.
Da dosare tre giorni, il 4°-5°-6° niente e il 7° cambio parziale d'acqua.
La dose che hai scritto tu la utilizzo con il farmaco Octozin (Dimetrinazolo).
Se hai resine per nitrati fosfati o di altri tipi toglile dal filtro idem la zeolite e carboni attivi.
 

s-work

Utente
Scusate se mi intrometto, ma la discussione è interessante, nel caso di trattamento con Flagyl non ho capito se bisogna fermare il filtro oppure no, sia che sia sump o filtro esterno
 

misidori

Amministratore
Scusate se mi intrometto, ma la discussione è interessante, nel caso di trattamento con Flagyl non ho capito se bisogna fermare il filtro oppure no, sia che sia sump o filtro esterno
Fai bene a domandare e chiedere sempre...no io non fermo nessun filtro, elimino solo se ci sono carboni attivi o resine di diverso genere. L'aggiunta di areazione può aiutare ma non è indispensabile se hai un bel ricircolo d'acqua.
 

JeanAqua

Utente
Aggiornamento.
Ho fatto i 3 giorni di trattamento, i pesci sembrano essere un po' più attivi, anche se alla fine il vero esemplare che stava male se ne è andato poco prima che iniziassi il trattamento. Ho portato la temperatura a 29° prima di iniziare e da quando la vasca è arrivata a quella temperatura ho messo in vasca l'areatore (che finora non ho mai utilizzato).

Il maschio di Caeruleus mi sembra abbia un'escoriazione ed un'altra macchia rossa sotto le branchie. Allego due immagini (ho provato a caricare un video su YT ma si vede malissimo).

Foto1
Foto2

Volevo chiedere un paio di cose. Da oggi, posso riaccendere le luci? Posso somministrare cibo? La temperatura la lascio a 29 o inizio per questi 4 giorni a riportarla a 24?
 
Ultima modifica:

Sertor

Moderatore
Io lascerei le luci spente fino a 48 ore dall'ultima somministrazione. Proverei a fare un po'di cibo in scaglie, ore vedere come reagiscono. La temperatura penso che si possa abbassare gradualmente, circa un grado al giorno.
 

misidori

Amministratore
Seguirei il consiglio di Sergio, magari per la temperatura fermati sui 26°C dato che i pesci hanno avuto uno shock e le loro difese immunitaria si sono abbassate. Mi dispiace per l'esemplare che hai perso, penso che intervenire qualche giorno prima in questi casi è la cosa migliore.
 

JeanAqua

Utente
Perfetto, ieri sera ho dato un po' di scaglie e hanno mangiato tutti. Confermo che anche oggi noto molta più attività in vasca, anche del maschio di Caeruleus che non si nasconde più. Non mi è parso di vedere alcun esemplare che si sfrega sulle rocce quindi spero di aver risolto...
 

JeanAqua

Utente
Aggiornamento.

Ho effettuato mercoledì e domenica due cambi, ho rimosso l'areatore e riportato la temperatura attorno ai 24°. La situazione mi sembra molto stabile, tutti mangiano (solamente una femmina piccolina di Caeruleus mangia solo i fiocchi in superficie e non apprezza il granulato proteico) e tutti sono abbastanza attivi (tranne la solita piccola di Caeruleus che si isola spesso). Cerco di monitorare magari fino a dicembre la situazione per vedere se ci sono altre problematiche, e poi vorrei riportare a norma il sex ratio dei Jalo, di cui ho solo una femmina ad oggi.

Una cosa che non capisco è il vedere qualche escoriazione sul maschio di Caeruleus ogni tanto. Nel mio commento del 31/10 ci sono due foto allegate dell'escoriazione sul dorso in alto vicino la pinna, ferita che ad oggi non è più visibile, ma ne ha un'altra piccolina più verso la testa. Non so da cosa possono esser dovute. In vasca l'unico esemplare che potrebbe dargliele è la femmina di Jalo, che però mi sembra estremamente tranquilla.
 

misidori

Amministratore
Magari il piccolo L. caeruleus viene scacciato dai più grandi, tienilo sotto controllo. Se valuti che ci siano ancora sintomi potresti anche dare il Flagyl nel cibo, lo riduci in polvere e lo metti nel cibo inumidito per qualche minuto poi lo somministri. Ha un azione più diretta ora che mangiano.
 

JeanAqua

Utente
Mi scuso per non aver risposto in questi giorni ma ho avuto dei problemi. In vasca mi sembra di vedere tutto nella norma. In realtà forse più che ferito con le rocce sto iniziando a pensare che sia colpa della femmina di Jalo che la vedo bella attiva ultimamente. Ha tirato fuori tutto il colore e ogni tanto scaccia qualcuno. La piccola Caeruleus non viene scacciata, o meglio questo è ciò che mi sembra di vedere da quando la ho inserita. E' anche leggermente più piccolina delle altre due...
Il fatto che la femmina di Jalo possa dominare in vasca credo sia dovuto anche dal fatto che attualmente è l'unica della specie. Devo reinserire almeno un'altra femmina ed un maschio.

Ho visto ieri qualche esemplare nuovamente strusciarsi sulla sabbia, cosa che oggi non ho più visto. Vorrei vedere se va avanti e a quel punto dovrei prendere qualche antiparassitario oppure ripetere il trattamento con Flagyl.

Monitoro la situazione nei prossimi giorni. Nella prossima settimana avevo pensato di andare a prendere i Jalo mancanti e vedere come va. Comunque, stavo anche valutando di virare sul monospecifico. Se vedo aggressioni o incompatibilità credo proprio di dar via i Caeruleus e fare un mono di Jalo.
 

misidori

Amministratore
Mi scuso per non aver risposto in questi giorni ma ho avuto dei problemi. In vasca mi sembra di vedere tutto nella norma. In realtà forse più che ferito con le rocce sto iniziando a pensare che sia colpa della femmina di Jalo che la vedo bella attiva ultimamente. Ha tirato fuori tutto il colore e ogni tanto scaccia qualcuno. La piccola Caeruleus non viene scacciata, o meglio questo è ciò che mi sembra di vedere da quando la ho inserita. E' anche leggermente più piccolina delle altre due...
Il fatto che la femmina di Jalo possa dominare in vasca credo sia dovuto anche dal fatto che attualmente è l'unica della specie. Devo reinserire almeno un'altra femmina ed un maschio.

Ho visto ieri qualche esemplare nuovamente strusciarsi sulla sabbia, cosa che oggi non ho più visto. Vorrei vedere se va avanti e a quel punto dovrei prendere qualche antiparassitario oppure ripetere il trattamento con Flagyl.

Monitoro la situazione nei prossimi giorni. Nella prossima settimana avevo pensato di andare a prendere i Jalo mancanti e vedere come va. Comunque, stavo anche valutando di virare sul monospecifico. Se vedo aggressioni o incompatibilità credo proprio di dar via i Caeruleus e fare un mono di Jalo.
Non ho capito bene quando dici che "ha tirato fuori i colori" ti riferisci alla femmina di P.sp. Jalo reef? Le femmine di questa specie sono un color argento e non hanno colore. Difficile capire senza vedere i comportamenti io ho diversi esemplari di L.caeruleus di pochi cm con pesci di 15 cm e non ci sono problemi, i piccoli sono vicini alle rocce e hanno il loro territorio.
Il "flashing" o comportamento che vedi quando si strusciano sulla sabbia potrebbe essere normale se non è una cosa continua.
Se hai intenzione di inserire atri pesci senza quarantena allora potresti pensare ad un altro trattamento con loro dentro dopo una settimana. Io terrei sempre una scatola di Flagyl sempre in casa. :104:
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 1/2022
• Cynotilapia sp. lion Ntekete Liwani”. Esperienze di allevamento di Pablo Innocenzo Bertellotti
• Lufubuchromis relictus. Un nuovo ciclide Haplochromino dallo Zambia settentrion
ale testo e foto di Michel CW Keijman
• Hemichromis sp. “upper Niger”. Un nuovo ciclide gioiello. di Uwe Werner • Esportazioni dal lago Malawi: i primi dati. di Livio Leoni di Lampredi Denis Pier Paolo

Arretrati

Alto