• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Vasca per P. kribensis Moliwe

Klyngon

Utente
Ciao Chiara intanto veramente complimenti, sembra veramente bellissima!
Forse arrivo un po' tardi ma tanto non ho consigli da dare sui pesci data la mia inesperienza in materia. Di contro provo a condividere quanto posso nel mio piccolo. come ti hanno detto altri, magari ho sempre sbagliato io ma i legni mi hanno sempre reso l'acqua ambrata indipendentemente da quanto li avessi bolliti. Addirittura legni usati per anni poi riposti e inseriti nuovamente dopo anni dopo averlo nuovamente bolliti, quindi direi vai serena 😊
Tra le piante emerse ho visto hai messo delle peperomie, ma le hai già coltivate così? Te lo chiedo perché io le tengo in vaso ed ho notato che soffrono un po' l'eccesso idridico, di fatto si comportano come delle piante grasse, quindi sono molto curioso di questa modalità di coltivazione.
 

Chiaraa

Utente
Ciao klyngon, grazie per il. Tuo interesse.
L'acqua ambrata mi piace poi, ha il suo fascino, non so se ci siano moliwe che stanno, magari in zone piú alte del fiume, in acque così.. Sto cercando info ma non trovo nulla..

Le peperomie... mai coltivate in idroponica, peró solo una pianta, ha un contatto diretto con l'acqua della vasca, pur non stando con tutto l'apparato radicale in ammollo come gli scindapsus. L'altra piccola pianta e la pepperspot sono all:asciutto.
La piccola, in un buco nel sughero che sto vaporizzando spesso, almeno finché, spero, attecchirà. La pepperspot sta addirittura in un kokedama ( che fa mia sorella) .
É un esperimento anche per me. Vedremo cosa accadrà.

Ti porto l'esempio della tradescanthia, che dovrebbe essere una pianta che non ama i ristagni. Eppure ho visto persone coltivarla con le radici immerse in vasca, e crescere rigogliosa.
Sto sperimentando anche con questa, nell'altra vasca, dove ci sta da quasi un mese e sembra si stia adattando.
 

Chiaraa

Utente
Aggiornamento perché ieri sono arrivate le piante, quindi ho piantumato. In teoria dovrei togliere le sommerse fuori areale.. Ma mi piange il cuore doverle cestinare..
IMG_20210219_000943.jpg
IMG_20210218_233952.jpg

...
IMG_20210219_000839.jpg
Ho il. Suo sfondo nero ma se lo tengo per le foto non si vede nulla dentro..



Poi volevo un parere, test per ora, solo kh, ph ed EC.
Ad oggi ho in vasca :

Ph 7,55
Kh 5
EC 156 microsiemens /cm

Considerato che il Ph in questa ultima Settimana non é piú sceso ( era sceso di mezzo punto con il cambio di 50% con demineralizzata che ha portato il Kh da 10 a 5 ) ho aggiunto delle foglie di quercia.

Mi conviene fare un altro cambio per portare il Kh a 2 - 3 o aspettare?

Volendo inserire Pelvichacromys kribensis moliwe.

( ho scoperto anche i P. Subocellatus e mi piacciono moltissimo ma vogliono un ph tra 5 e 6,5 max.. Non so se riesco ad abbassare cosî tanto... )

Consigli?

Grazie mille
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
Con i valori che hai non ci sono problemi di allevamento e riproduzione del kribensis Moliwe. Quindi lascia stare così. per le piante, lascia pure così anche se fuori areale.
 

misidori

Amministratore
Aggiornamento perché ieri sono arrivate le piante, quindi ho piantumato. In teoria dovrei togliere le sommerse fuori areale.. Ma mi piange il cuore doverle cestinare..
Vedi l'allegato 38849
Vedi l'allegato 38850

...
Vedi l'allegato 38851
Ho il. Suo sfondo nero ma se lo tengo per le foto non si vede nulla dentro..



Poi volevo un parere, test per ora, solo kh, ph ed EC.
Ad oggi ho in vasca :

Ph 7,55
Kh 5
EC 156 microsiemens /cm

Considerato che il Ph in questa ultima Settimana non é piú sceso ( era sceso di mezzo punto con il cambio di 50% con demineralizzata che ha portato il Kh da 10 a 5 ) ho aggiunto delle foglie di quercia.

Mi conviene fare un altro cambio per portare il Kh a 2 - 3 o aspettare?

Volendo inserire Pelvichacromys kribensis moliwe.

( ho scoperto anche i P. Subocellatus e mi piacciono moltissimo ma vogliono un ph tra 5 e 6,5 max.. Non so se riesco ad abbassare cosî tanto... )

Consigli?

Grazie mille
Ciao Chiara, che piante sono quelle che vedo fuori dall'acqua? Ad eccezione del Lucky Bamboo quella in primo piano lungo il vetro frontale e le altre penso in idrocultura? Mi sai dire il loro nome. Sono con le radici immerse nell'acquario o sono esterne in un vaso?
Grazie
 

Chiaraa

Utente
Ciao misidori, buondì!
Dunque., la pianta che corre lungo il bordo anteriore del vetro ed ha i fiori bianchi, é una Stephanotys e sta in un vaso con terra, fuori dalla vasca.
In idrocoltura ci sono :
- gli scindapsus ( pothos) di due varietà diverse ( foglie verde/bianco e foglie verde/giallo), alcune sono tenute ferme dai legni, altre contenute in un vasetto zincato e ricoperto di muschio terrestre che sta in vasca, appeso al vetro e "mimetizzato" Tra i sugheri ( non ha dentro substrato).
- una peperomia ( quella grande, a foglia rotonda, sulla dx della vasca), ha le radici nude, avvolte da muschio che entrano per metà circa in acqua della vasca. Anche lei incastrata tra il sughero grande, il bordo del vetro laterale dx e il sughero incastrato sotto la cascatella della pompa.
- una piccolissima Tradescanthia viola é con le radici in acqua, appoggiata al muschio sopra la cascata della pompa.

Incastrate nelle fessure del sughero grande ci sono una peperomia (stessa sp. Di quella in idrocoltura) e una Tradescanthia viola.
Radici nude avvolte da sughero che tengo sempre umido, vaporizzando spesso durante il giorno, almeno finché non si ambientano ed ancorano da sole.
Un Asplenium nidus, sempre con radici avvolte nel muschio che pesca in acqua. (É sulla sx della vasca, incastrata tra radice, sughero e legnetto)

Sempre All'asciutto, appoggiate sopra al sughero ci sono :
- Bromelia nidularium ( quella piú grande, sulla sx)
- peperomia pepperspot ( sulla dx)
Queste sono in kokedama. ( palla di sfagno e terriccio)

Mi pare di averle scritte tutte
 
Ti porto l'esempio della tradescanthia, che dovrebbe essere una pianta che non ama i ristagni. Eppure ho visto persone coltivarla con le radici immerse in vasca, e crescere rigogliosa.
Sto sperimentando anche con questa, nell'altra vasca, dove ci sta da quasi un mese e sembra si stia adattando.
Ciao,
io la tradescantia viola ce l'ho giù al mare in 5 vasi molto grandi (100x100x40) ma mi dimentico sempre di portarla a casa per metterla in acquario e provarla semisommersa. Al mare vive praticamente tutto l'anno allagata (in quei vasi è rotto l'impianto di irrigazione e perde) e quando arrivo io poi ci butto comunque catini di acqua perché tutti gli altri vasi adiacenti soffrono carenza di acqua. Sono partito da una piantina 30 anni fa e ogni anno devo buttarne parecchia per diradare un po' la giungla.

Ciao Enrico
 
Ciao,
io la tradescantia viola ce l'ho giù al mare in 5 vasi molto grandi (100x100x40) ma mi dimentico sempre di portarla a casa per metterla in acquario e provarla semisommersa. Al mare vive praticamente tutto l'anno allagata (in quei vasi è rotto l'impianto di irrigazione e perde) e quando arrivo io poi ci butto comunque catini di acqua perché tutti gli altri vasi adiacenti soffrono carenza di acqua. Sono partito da una piantina 30 anni fa e ogni anno devo buttarne parecchia per diradare un po' la giungla.

Ciao Enrico
Dimenticavo..., complimenti per la vaschetta.
Il gelsomino del madagascar poi lo fai arrampicare?

Ciao Enrico
 

Chiaraa

Utente
Ciao Enrico, grazie.

si lo stephanotys, se sopravvive, conto di tenerlo li, non mi dispiacerebbe se ramificasse dalla base, così porto dei rami lungo il muro e avrebbero anche la luce dalla finestra. Appena sfiorisce lo devo rinvasare e accorciare per stimolarlo a ramificare.

La tua tradescanthia é già adattata per l'acquario allora!!

Vorrei tentare di mettere una phalenopsis e un oncidyum sul sughero della vasca, in prossimità dell'acqua ma non a bagno.. Prima o poi lo faccio.
 
Ciao Enrico, grazie.

si lo stephanotys, se sopravvive, conto di tenerlo li, non mi dispiacerebbe se ramificasse dalla base, così porto dei rami lungo il muro e avrebbero anche la luce dalla finestra. Appena sfiorisce lo devo rinvasare e accorciare per stimolarlo a ramificare.

La tua tradescanthia é già adattata per l'acquario allora!!

Vorrei tentare di mettere una phalenopsis e un oncidyum sul sughero della vasca, in prossimità dell'acqua ma non a bagno.. Prima o poi lo faccio.
Ciao,
non credo ci siano problemi per quelle orchidee in prossimità dell'acqua, basta che le radici non siano sempre bagnate. Certo che poi quando hai tutto fiorito i pelvica sfigurano con tutti quei colori. Se trovi anche il ranuncolo d'acqua o l'ophioglossifolius sono molto belli ma non so se in casa ce la fanno. Io li ho sempre tenuti nelle vasche in terrazzo.

Ciao Enrico
 

Chiaraa

Utente
Grazie Roberto, speriamo che vada tutto bene, le sommerse sono in adattamento e pure le peperomie e tradescanthia sopra e le galleggianti.. Invece gli scindapsus e le dracene han già messo nuove radici. Oggi ho finalmente sistemato l'illuminazione. Domani faccio il secondo giro di test per capire se i nitriti sono in ascesa o discesa.. Se tutto sta andando bene, conto di introdurre la coppietta verso la fine di marzo. Il pH é sceso a 7,3 e mi va bene, almeno i batteri si spicciano a colonizzare..

L'acqua ambrata mi piace proprio! Era piú adatta ai borelli ma pace.. ( A proposito, spero tra qualche giorno di veder la piccola neomamma di Apistogramma borellii portare a spasso la nuvoletta di avannotti, per ora li sposta tra il fitto delle radici di ludwigia mini e delle rocce sul retro dellla vasca, in una specie di grottina. Devi aggiornare il topic dedicato.. )
 

Chiaraa

Utente
Nitriti 0 nitrati 1,ho i fosfati sempre a 2.. Appena si adatteranno le galleggianti dovrebbero papparseli. Ho dato una dose minima di nitrato di potassio, vediam se aiuta a far assorbire il fosforo.
 

Nene

Moderatore
Ciao Chiara, ho letto e seguo con interesse. Il senza filtro non l'ho mai provato perche' coi pesci che piacciono a me sarebbe infattibile. Direi che puoi metterci qualche link interessante anche se e' di altri forum :)
Mi sembri ben navigata ma volevo farti una domanda comunque: ma la vasca la fai maturare solo con le piante senza inserire nemmeno una fonte di ammonio? non vedo pesci dentro e non hai mai parlato di aggiungere mangime o dosare ammoniaca. Sicura che poi la maturazione avvenga comunque a quelle condizioni? o mi sto perdendo io (possibile dato che di piante, anche acquatiche, capisco nulla) una modalità' in cui sono le piante a generare quel quid di ammoniaca che serve ad alimentare le popolazioni di batteri nitrificanti?
 

Chiaraa

Utente
Ciao Nene,
Io sono l'ultimissima ruota del carro ehh.. Non ho esperienza, sono solo curiosa.. E voglio sperimentare questo approccio.

mi affascinava moltissimo l'idea di una vasca che va avanti da sola, che sia legata al mio intervento in minima misura ( niente filtro, niente co2, luci basic e niente sifonature, solo cambi quando strettamente necessario, solo rabbocchi) .

Ho letto e ho visto le vasche, e le seguo per cercare di imparare.

Che io sappia, per la maturazione, sono sufficienti le foglie e le radici in decomposizione ( per quello non si fanno sifonature né cambi, per lasciare che i batteri colonizzino la vasca. Dal fondo ai vetri e le piante assorbono, tanto, e non solo nitrati, anche nitriti e ammonio.)

Un pizzichino di cibo aiuta ma se e puó fare tranquillamente a meno.
Anche l'uso dell'areatore, in maturazione, puó aiutare ma ci sono pareri discordanti. Se ne puó fare a meno.

Nella mia, non ho messo cibo ma assieme alle piante ho portato dentro physa, e anche loro producono carico organico.

Ti linko qualche esempio di vasca di utenti dell'altro forum ma se poi vuoi cercare nella stessa sezione, ce ne sono moltissime, forse addirittura di piú rispetto alle vasche con tecnica classica.


Questa addirittura affida la filtrazione alle alghe. ( lago tanganika, ciclidi conchiofili)

Sud America


Africa occidentale ( a questa mi sono ispirata per la mia )
 

misidori

Amministratore
Ciao misidori, buondì!
Dunque., la pianta che corre lungo il bordo anteriore del vetro ed ha i fiori bianchi, é una Stephanotys e sta in un vaso con terra, fuori dalla vasca.
In idrocoltura ci sono :
- gli scindapsus ( pothos) di due varietà diverse ( foglie verde/bianco e foglie verde/giallo), alcune sono tenute ferme dai legni, altre contenute in un vasetto zincato e ricoperto di muschio terrestre che sta in vasca, appeso al vetro e "mimetizzato" Tra i sugheri ( non ha dentro substrato).
- una peperomia ( quella grande, a foglia rotonda, sulla dx della vasca), ha le radici nude, avvolte da muschio che entrano per metà circa in acqua della vasca. Anche lei incastrata tra il sughero grande, il bordo del vetro laterale dx e il sughero incastrato sotto la cascatella della pompa.
- una piccolissima Tradescanthia viola é con le radici in acqua, appoggiata al muschio sopra la cascata della pompa.

Incastrate nelle fessure del sughero grande ci sono una peperomia (stessa sp. Di quella in idrocoltura) e una Tradescanthia viola.
Radici nude avvolte da sughero che tengo sempre umido, vaporizzando spesso durante il giorno, almeno finché non si ambientano ed ancorano da sole.
Un Asplenium nidus, sempre con radici avvolte nel muschio che pesca in acqua. (É sulla sx della vasca, incastrata tra radice, sughero e legnetto)

Sempre All'asciutto, appoggiate sopra al sughero ci sono :
- Bromelia nidularium ( quella piú grande, sulla sx)
- peperomia pepperspot ( sulla dx)
Queste sono in kokedama. ( palla di sfagno e terriccio)

Mi pare di averle scritte tutte
Grazie Chiara per la dettagliata descrizione, se un giorno deciderai di fare anche un video oltre alle belle foto la mia curiosità aumenterà vedendole da vicino e meglio.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 1/2021
•Ne ho visti di tutti i colori…(ovvero i Discus all’orientale”) di Francesco Zezza
•Un Malawi “fatto in casa“ di Luca Zuccaro
•Lamprologus ocellatus di Denis Lampredi
•I tropici dietro casa di Lorenzo Tarocchi e Nicola Fortini
•Veloci, sempre più veloci. L’evoluzione dei ciclidi del lago Tanganica di Livio Leoni
Arretrati

Alto